21 Luglio 2013
10:23

Morto Franco De Gemini, geniale armonica di tante colonne sonore

Collaboratore stretto di Sergio Leone, il musicista ferrarese è stato tra i più importanti compositori di colonne sonore, collaborando con tantissimi registi, compreso il Bernstein di “West Side Story”

All'inizio di "C'era una volta il west" c'è Charles Bronson che, sceso dal treno, con una mano tiene la valigia e con l'altra suona un'armonica. Una scena storica che oltre ai 4 protagonisti della scena ne aveva un altro nascosto. A suonare quell'armonica, infatti, non era Bronson, bensì Franco De Gemini, soprannominato Harmonica Man, che è morto ieri all'età di 84 anni, a seguito di una grave malattia. De Gemini, musicista, editore e produttore discografico di grande rilievo è stato uno degli musicisti italiani di maggior talento, nonché armonicista in tantissime colonne sonore – circa 800 – di enormi capolavori del cinema. Ha lavorato, infatti, oltre che assieme a Sergio Leone, anche con tantissimi artisti scrivendo colonne sonore per film come "Pane, amore e fantasia", "Per un pungo di dollari", "Il buono, il brutto e il cattivo", "Lo chiamavano Trinità", ma anche "West Side Story" di Bernstein.

Ma non sono solo i registi presenti nella vita di De Gemini il quale, infatti, ha suonato anche con Fabrizio De Andrè nella reincisione de "La ballata dell'eroe".

Insomma, il cinema e la musica, piangono un personaggio che pur se in pochi conoscevano di nome, in tantissimi potrebbero riconoscere "d'orecchio". De Gemini fondò, nel 1968, le edizioni musicali e l'etichetta discografica Beat Record, pietra miliare nel mondo delle colonne sonore per il cinema e la televisione.

È morto Franco De Gemini,
È morto Franco De Gemini, "l'uomo armonica" dei western di Sergio Leone
Franco De Gemini,
Franco De Gemini, "l'uomo armonica" dei film western
La colonna sonora di
La colonna sonora di "Romanzo Criminale" firmata da Franco Califano
6.026 di MatSpa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni