Oggi è il 4 gennaio e da quattro anni a questa parte a Napoli, e non solo, questa giornata corrisponde con quella del ricordo di Pino Daniele, l'artista napoletano che perse la vita in questo giorno del 2015, lasciando un vuoto enorme nel mondo della musica italiana. Ogni anno in città si susseguono concerti per ricordarlo, i social si riempiono di ricordi, canzoni, la sua vasta discografia torna prepotentemente in auge e spuntano notizie su notizie.

Un padre meraviglioso

Ma puntualmente, il 4 gennaio, c'è il ricordo di Sara, una delle figlie del Mascalzone Latino che sui suoi social non perde occasione per ricordare il padre, lontana dalle glorificazioni artistiche, infatti, il suo è sempre un ricordo da figlia, in grado di riportare in una sfera più intima uno degli artisti che ha segnato un pezzo importante della vita musicale del Paese. Sul suo Instagram, infatti, Sara parla di come ogni anno che passa scopre un pezzo in più di quello che era il padre e riflette sui suoi insegnamenti: "Sono quattro anni senza te, papà meraviglioso. Passano gli anni ma quello che hai lasciato ad ognuno di noi è sempre presente. Più cresco, e più realizzo e apprezzo l’uomo meraviglioso che sei stato sia come persona, che come padre. Grazie perché tutto quello che mi hai detto e insegnato, lo porto nel mio cuore tutti i giorni".

La gestione del lutto

Sara parla anche delle domande che le fanno spesso, ovvero della gestione del suo lutto, un lutto che va oltre i confini privati di figlia e si ritrova condividere con un'intera comunità: "Spesso la gente mi chiede come si fa a gestire un lutto, la risposta è: non si fa, si va avanti. Ed io vado avanti a testa alta sempre, proprio come facevi tu. Ti amo".