9 Novembre 2022
17:57

Morta Gal Costa, la celebre cantante brasiliana aveva 77 anni

È morta all’età di 77 anni Gal Costa, la celebre cantante brasiliana esponente della musica di Tropicàlia, con Caetano Veloso e Gilberto Gil. L’artista aveva fermato la tournée a causa di un intervento chirurgico.
A cura di Redazione Music

Gal Costa, una delle principali esponenti della musica brasiliana, si è spenta a San Paolo all'età di 77 anni. La notizia è stata confermata dal team della cantante nella giornata di mercoledì 9 novembre, l'artista aveva da qualche tempo preso una pausa dai concerti dopo essersi sottoposta ad un intervento chirurgico per rimuovere un nodulo nella cavità nasale destra. La sua carriera è stata costellata di grandi successi e può vantare collaborazioni con Caetano Veloso e Gilberto Gil.

Gli inizi della sua carriera con Veloso e Gil

Maria da Graca Costa Penna Burgos, questo il nome di Gal Costa, nata a Salvador il 26 settembre 1945. La sua carriera nel mondo della musica è iniziata nel 1965 e durata 57 anni, durante i quali ha cantato anche testi di Caetano Veloso e Gilberto Gil, grazie ai quali ha mosso i primi passi nel cantautorato brasiliano. Non aveva adottato ancora il nome di Gal Costa, quando pubblicò "Eu vim da Bahia", la samba di Gil sulle origini del cantante e del compositore. A distanza di tre anni da questo brano, arriva un'altra canzone che diventerà un classico, ovvero "Baby" di Caetano Veloso che, inizialmente, era stata scritta per Maria Bethânia, ma successivamente Gal l'ha pubblicata su disco e l'ha introdotta nell'album manifesto di Tropicália, ovvero quella rivoluzione musicale che ha investito il Brasile alla fine degli Anni 60 e che ha rappresentato una fioritura vivida e multidisciplinare, spaziando dalla poesia al cinema, dal teatro all'arte visiva. Tropicália ha combinato rock'n'roll avventuroso e suoni d'avanguardia con i ritmi nativi del Brasile, l'intento di Veloso-Gil e Costa era quello di rendere la musica popolare del loro paese tanto di impatto quanto quello che circolava all'epoca nel Regno Unito, dall'Europa e dall'America.

I successi di Gal Costa

Negli Anni 60 e 70 continua a mescolare vari stili musicali, dedicandosi anche allo swing di Jorge Ben Jor, non disdegnando anche il rock con "Cinema Olympia", ma uno dei suoi brani più iconici di quel periodo è "My name is Gal" di Roberto ed Erasmo Carlos, che fa da ponte tra il periodo della Jovem Guarda e Tropicália. Nel 1971 pubblica "Vapor bebe", mostrando la forza dei versi di Jards Macalé e Waly Salomão. Nel tempo, pur continuando a collaborare con Gil e Veloso, ha intercettato anche altri compositori brasiliani includendoli nel suo repertorio come Cazuza, Michael Sullivan, Paulo Massadas. Nella sua lunga carriera, Gal ha pubblicato più di 40 album tra album in studio e live. "Fa-tal", "India" e "Profana" sono stati i tre più importanti. Nel 2018 pubblica il suo 40° album, "La pelle del futuro" ispirato ad un evento particolarmente nefasto della sua vita, la morte del figlio Gabriel, a soli 17 anni.

L'ultimo album e la tournée

Ultimamente era stata in tournée con lo spettacolo "Le varie estremità di una stella" , in cui ha rivisitato grandi successi degli anni '80 dal popolare libro di canzoni MPB. Lo show era stato accolto con grande entusiasmo dalla critica e dopo la pandemia, Gal Costa aveva ripreso a girare il mondo, oltre al Brasile era attesa in diversi festival, anche in Europa a novembre. L'ultimo album pubblicato è stato "Nenhuma Dor", nel 2021, quando Gal ha registrato nuovamente canzoni come "Meu Bem, Meu Mal", "Juventude Transviada" e "Coração Vagabundo", con cantanti come Seu Jorge, Tim Bernardes e Criolo.

É morta Irene Fargo, la cantante aveva 59 anni
É morta Irene Fargo, la cantante aveva 59 anni
3.694 di Videonews
É morta Irene Fargo, la cantante aveva 59 anni
É morta Irene Fargo, la cantante aveva 59 anni
È morta Christina Moser, la cantante e compositrice dei Krisma aveva 70 anni
È morta Christina Moser, la cantante e compositrice dei Krisma aveva 70 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni