Morta l'autrice Allee Willis. La compositrice americana aveva 72 anni ed era nota soprattutto per aver scritto la sigla di FriendsI'll be there for you una delle sit com americane più celebri di sempre, ma anche per aver dato vita ad altri successi internazionali di enorme notorietà come "September" degli Earth Wind & Fire. In carriera ha inoltre vinto due Grammy Awards, il primo per la colonna sonora di Beverly Hills Cops, il secondo per quella de Il Colore Viola. Inoltre proprio per I’ll be there for you, la canzone usata nella sigla di Friends.

Allee Willis nel 2018 era entrata nella Songwriters Hall of Fame grazie a numerosi successi come la canzone di Karate Kid, You’re the Best, Neutron Dance delle Pointer Sisters, What Have I Done to Deserve This? dei Pet Shop Boys e Dusty Springfield.

September e gli altri successi

Nel 2008, in un'intervista, aveva parlato dei suoi successi e della natura di quelle canzoni che hanno segnato la sua carriera: "Sono una persona che ama scrivere musica gioiosa. E nonostante tutto quello che ho scritto, [September] è ancora la canzone che, quando la gente scopre che l’ho scritta io, è tutta un ‘Oh mio Dio’ e poi mi racconta di quanto li renda felici ogni volta che la ascoltano. Per me questo è tutto. […] veramente, non sono mai andata ad un matrimonio, bar mitzvah o altro, dove  non ho sentito suonare quella canzone. Quindi so che sta continuando a fare quello che dovrebbe fare".

La storia che sta dietro alla sigla di Friends

Quella di "I'll be there for you", cantata dai The Rembrandts e tema musicale utilizzato per la sigla della celebre serie americana Friends, è una storia decisamente particolare che dimostra come un successo televisivo possa aver condizionato il mercato discografico e averlo indotto a inseguire quello stesso successo. La canzone è stata scritta da da Allee Willis insieme ai produttori di Friends David Crane e Marta Kauffman, oltre che da Michael Skloff, Phil Sōlem e Danny Wilde, che erano proprio i componenti dei The Rembrandts. La canzone, in una fase iniziale, era stata proposta ad altri gruppi, dai They Might Be Giants ai R.E.M., ma senza successo. Tuttavia il brano raggiunse enorme popolarità perché trasmesso dalle radio americane nella sua versione televisiva, cosa che convinse l'etichetta discografica a far registrare ai Rembrandts la canzone, che fu poi inserita nell'album della band.