Le lamentele di Morgan non sono passate inosservate. Gli organizzatori del festival Irpinia Street Food hanno pubblicato una lunga lettera, destinata proprio a Marco Castoldi, nella quale hanno precisato come le sue rimostranze, a poche ore dal concerto molto atteso in piazza, li abbiano lasciati a dir poco sconcertati. "Una scenografia offensiva, è umiliante. Buttare un artista in mezzo alla strada e chiamarlo a suonare per 5000 euro", così si era espresso Morgan poco prima del concerto piano solo, che si è tenuto venerdì 28 giugno 2019 sul corso principale di Avellino. Gli organizzatori replicano e lo fanno fornendo i dettagli dell'accordo, sottoscritto, stando alle loro dovute puntualizzazioni, anche dal management del cantante:

Non serve sottolineare che ogni singolo punto nel contratto concordato e formalizzato con il tuo management è stato rispettato. Dalle schede tecniche al cachet al pianoforte di 47mila euro, era tutto sottoscritto. […] Per tutto questo e per tanto altro abbiamo una proposta per te: hai detto a più riprese che rifiuti i cinquemila euro di cachet, somma comunque considerevole, e che chi aveva il compito di bonificarli a tuo favore avrebbe avuto il dovere di devolverli in beneficenza per i senza tetto. Come ben sai però la transazione pattuita, come tutto il resto, è vincolata ad un contratto a cui non si può venire meno se non in maniera formale e concordata. È per questo che chiediamo a te e al tuo management di autorizzarci nella pratica e formalmente a fare quello che ci hai chiesto. Se la tua proposta è seria come noi crediamo che sia, promettiamo di attuarla immediatamente e di rendere pubbliche tutte le transazioni che andranno in beneficenza a sostegno delle criticità del nostro territorio, in particolare: 3000 euro alla Casa della fraternità mons. Antonio Forte gestita dalla Fondazione Opus Solidarietatis pax Onlus della Caritas di Avellino, 1500 euro distribuiti equamente tra Aipa (che gestisce il canile di Atripalda), il Rifugio di Camilla e In ricordo di Lacuna, associazioni che fanno i salti mortali per occuparsi di randagi e di cani abbandonati, senza casa, triste fenomeno che porta violenza nelle strade estive I restanti cinquecento euro saranno devoluti direttamente al Comune di Avellino per contribuire alla realizzazione di una piccola area giochi per bambini in luoghi di periferia, perché è attraverso la bellezza e le cose semplici che si inizia a cambiare il proprio contesto.

Le intenzioni degli organizzatori di Irpinia Mood appaiono tra le più pacifiche, come attesta anche la chiusura della lettera, con rinnovato invito a tornare nella loro terra per un confronto più sano e per generare nuove possibilità di crescita, territoriale e personale.

Da tutto questo trambusto, oltre che un meraviglioso momento di musica partecipato e distaccato da parole scritte sui social, può nascere qualcosa di importante con influenze immediate nella vita delle persone meno fortunate. […] Vienici a trovare più spesso, sarebbe bello confrontarsi in modo sano, abbiamo tante cose da imparare e tante da far conoscere al mondo intero, siamo convinti che dai contrasti gestiti bene possa nascere progresso e innovazione, e che a volte una bella litigata renda i nemici amici e gli ospiti fratelli. Sperando in una tua/vostra risposta formale per procedere ai bonifici di beneficenza, ti salutiamo. E viva il lupo.