Bugo e Morgan (LaPresse)
in foto: Bugo e Morgan (LaPresse)

Morgan ha parlato subito dopo la squalifica al Festival di Sanremo a seguito del litigio in diretta con Bugo. Il cantante ha spiegato a Repubblica il motivo dei loro screzi di questi giorni, incolpando chi gestisce Bugo di averlo aizzato contro di lui senza alcun motivo. Più volte, durante l'intervista, Morgan ha ribadito che se erano sul palco dell'Ariston era grazie a lui: "L’apprezzo come cantautore e amico, ed avevo un debito di gratitudine nei suoi confronti perché mi è stato vicino nella storia della casa. Ma non mi sarei mai aspettato che un gesto di bontà da parte mia sarebbe stato ricambiato con una situazione di sciacallaggio" ha dichiarato il cantante che ha spiegato che il collega, a un certo punto, aveva cominciato a parlare con lui solo tramite il manager.

Il litigio di Morgan e Bugo durante il duetto

L'etichetta di Bugo, subito dopo la conferenza stampa, aveva preso le distanze da Morgan, spiegando che era Morgan a dover essere squalificato non Bugo che, è vero, sognava da un po' di potersi esibire a Sanremo. Gli screzi avevano trovato il culmine durante le prove per la serata dei duetti e delle cover e che a causa di problemi vari, dalla mancanza di prove, i problemi con l'orchestra e gli arrangiamenti sbagliati, Bugo per protesta aveva deciso di prendere il microfono e cantare tutto il brano "Come quei dilettanti che vogliono andare avanti a tutti per farsi notare e fare i protagonisti".

Morgan: Non mi interessa essere a Sanremo

A quel punto Morgan non ha voluto tenersi l'affronto e ha ricambiato rovinando l'esibizione della quarta serata e sempre a Repubblica ha raccontato che aveva pensato prima a una versione karaoke col pubblico e poi, vista l'impossibilità della cosa "pochi minuti prima di salire in scena, ho cambiato il testo, l’ho finito sulle scale dietro al palco. Il testo è mio, l’ho scritto io e io lo cambio come voglio…" e così ha invertito il senso: "Diciamo che lui voleva liberarsi di me e io invece mi sono liberato di lui e l’ho fatto con le parole". Sulla squalifica Morgan spiega: "Ma non fa niente, alla fine a me non interessa di essere qui dentro, mentre a lui si".