Mick Jagger non sta bene e così i Rolling Stones sono stati costretti a rimandare la partenza del loro tour negli States e in Canada. Lo ha comunicato la band stessa in un post sui social e lo stesso Mick Jagger sempre sui suoi social: "Purtroppo oggi siamo costretti ad annunciare il rinvio delle date del prossimo tour previsto negli Usa e in Canada, scusandoci per tutti gli inconvenienti che questo causerà a chi ha acquistato i biglietti per i concerti, ma vogliamo rassicurare i fan e suggerirgli di conservare quei ticket che resteranno validi per le nuove date che saranno annunciate tra poco.

Il comunicato della band

Il comunicato prosegue spiegando il perché di questo rinvio improvviso, spiegando che il problema è proprio per il cantante della band ma senza dare troppi dettagli sulle condizioni di salute di Jagger: "A Mick è stato spiegato dai medici che non potrà andare in tour questa volta, dal momento che ha bisogno di alcune cure mediche. I dottori hanno consigliato a Mick di aspettare una completa guarigione così da poter tornare sul palco al più presto possibile".

Le parole di Mick Jagger

Sono 17 i concerti che sono stati rinviati e che avrebbero dovuto prendere il via il prossimo 20 aprile a Miami protraendosi fino al 29 luglio quando la band avrebbe chiuso le danze proprio in Canada, passando anche per gli stadi di Denver, Seattle, Washington DC e Philadelphia. Lo stesso cantante ha voluto scrivere ai fan: "Sono veramente dispiaciuto e mi scuso con i nostri fan in America e Canada che hanno già acquistato i biglietti. Odio veramente dovervi deludere in questo modo. Sono distrutto dal dover rinviare il tour ma lavorerò duramente per tornare sulla strada al più presto. Ancora una volta, le mie scuse più sincere a tutti"

A post shared by Mick Jagger (@mickjagger) on