Nota del redattore – Questo articolo è stato sottoposto a modifica repentina dopo la smentita dell'ufficio stampa di Vasco Rossi. Precedentemente era stato pubblicato con un chiaro riferimento alle presunte parole dell'artista, poi verificatesi fasulle, citando una delle fonti di stampa che avevano riportato la notizia. L'autore si scusa con i lettori.

Ormai non c'è apparizione televisiva di Matteo Salvini che non faccia discutere. È accaduto due giorni fa con la sua partecipazioni al programma televisivo "Alla Lavagna", nel corso del quale si è rapportato a un gruppo di bambini delle elementari che lo hanno sottoposto a delle domande sulla sua vita e sul suo pensiero politico. E sta accadendo in queste ore, con le prime immagini che arrivano dalla sua ospitata al Maurizio Costanzo Show. A far discutere, in questo caso, è stata la performance canora del ministro Salvini, che ha accennato "Albachiara", celebre canzone di Vasco Rossi che il leader della Lega ha definito il suo cantante preferito.

La risposta di Vasco Rossi, poi smentita dal suo staff

Mentre il video del vicepremier faceva il giro dei social, la notizia di una reazione rabbiosa di Vasco Rossi è iniziata a circolare, riportata da alcune fonti, La Gazzetta di Modena a Il Fatto Quotidiano: "Sono sbalordito e molto incazzato che un fascista come Salvini si sia messo cantare la mia Albachiara. Non credo che sia molto adatta al massimo rappresentante di quello che vedo come uno Stato di polizia. La prossima volta che canti pezzi dei fascisti rock Legittima Offesa e Gesta Bellica". Queste le parole attribuite al rocker, poi prontamente smentite dalla portavoce dell'artista Tania Sachs, la quale negato che Vasco Rossi abbia mai commentato la performance di Matteo Salvini al Maurizio Costanzo Show.

Gli ospiti della puntata del Maurizio Costanzo Show

Oltre a Matteo Salvini, molto folto era il parterre di ospiti della puntata del Maurizio Costanzo Show, il talk trasmesso da Mediaset al mercoledì:  Mario Giordano e Roberto D’Agostino, l’imprenditore Flavio Briatore, Rudy Zerbi, Enrico Papi, Giulia De Lellis, Mattia Briga, Diana Del Bufalo e Luca Trapanese, l’uomo che ha adottato una bambina affetta da sindrome di down che è stata precedentemente rifiutata da tredici famiglie.