La sua è stata una vittoria già preannunciata: Marco Mengoni, della categoria 16-24, ha trionfato nella terza edizione di X Factor. A consegnargli il trofeo un’emozionata Antonella Clerici. Il vincitore, lo ricordiamo, si è aggiudicato un contratto discografico del valore di 300mila euro e la partecipazione tra gli Artisti – i vecchi “Big” – al prossimo Festival di Sanremo. Intanto il suo inedito, Dove si vola, è già acquistabile nei negozi di dischi e su iTunes.

Più di tre ore di spettacolo per la finale del talent show, che ieri sera ha superato gli ascolti delle puntate precedenti, quest’anno sottotono rispetto alle precedenti edizioni. Eliminate le Yavanna nella prima fase del programma, il duello conclusivo ha visto scontrarsi Marco e Giuliano Rassu, che gareggiava tra gli over 25 di Claudia Mori

marco mengoni

.

E alla fine il televoto ha premiato il ventenne di Ronciglione – paesino della provincia di Viterbo –, con il 65 percento delle preferenze. Persino Fiorello, in un collegamento registrato, ha proposto una sua imitazione. Prima di approdare al programma di Raidue, Marco ha studiato canto per due anni. Di lui hanno stupito la voce particolare, in grado di raggiungere tonalità femminili, e la presenza scenica, che hanno avuto la meglio sulla graffiante – e altrattanto valida – personalità del concorrente sardo.

Vera sorpresa le affermazioni dei giudici, a cominciare da Morgan, che in conferenza stampa si è definito un personaggio “in evoluzione”, dicendosi interessato a un cambio di ruolo, per il prossimo anno,  ad esempio quello di fare basi musicali. E Claudia Mori, che alle prime battute del talent dava segni di insofferenza, ora ci ripensa dichiarando di essere entrata perfettamente nel meccanismo del programma.

Staremo a vedere. Ma adesso l’attenzione è – giustamente – tutta per il vincitore, aspettando la sua esibizione di febbraio, sul palco dell’Ariston.

Paola Ciaramella