368 CONDIVISIONI
13 Gennaio 2015
09:39

Marco Mengoni torna con “Parole in circolo”: “Dentro ci sono tutti i miei mondi” (VIDEO)

Marco Mengoni ha presentato con una conferenza stampa il suo nuovo album “Parole in circolo”, primo capitolo di un lavoro più lungo che ama definire “playlist”. Un work in progress lanciato dal singolo “Guerriero” e che presta molta attenzione ai testi.
A cura di Francesco Raiola
368 CONDIVISIONI

È arrivato il momento della prima grande uscita italiana di questo 2014. oggi, infatti, esce "Parole in circolo" (prodotto da Michele Canova), il primo capitolo del work in progress di Marco Mengoni. Guai, infatti, a chiamarlo album, come lo stesso cantante ribadisce nella conferenza stampa di presentazione dell'album: "Sono contento di non chiamarlo proprio disco, vorrei chiamarlo playlist per attaccarmi al discorso della digitalizzazione, del futuro che ci sarà nella musica, ho cercato di mettere più mondi possibili, tutti mondi che riguardano i miei ascolti e la mia crescita, di questi due anni e di questi 26 anni". Spinto dal singolo "Guerriero", questo nuovo lavoro arriva a due anni dal successo di #Prontoacorrere ed è la prima parte di questo progetto che va incontro alle nuove esigenze di Mengoni: "Ho chiesto alla mia casa discografica di andare avanti e di non chiudere la fase di ‘studio' perché questo progetto fosse in divenire, in continua evoluzione" dichiarò qualche mese fa e infatti in primavera è atteso il secondo lavoro.

La paura della scelta del primo singolo "Guerriero"

Intanto il primo singolo ha avuto molta fortuna, sia in classifica che come hashtag – quindi argomento di discussione in rete – ma la scelta non è stata semplice: "Avevamo tutti paura del primo singolo: ci sono state discussioni, lotte interne con la casa discografica per capire se se far uscire questo pezzo o no, visto il testo impegnativo per me, perché mi ritengo, e sono, giovane ed è molto difficile portare avanti questo testo pregno di significato. Sono importanti il testo e arrangiamento. In ogni frase e in ogni parola entrano strumenti che poi non sentiamo più nel resto del testo".

Le collaborazione per i testi

I testi sono una componente importante di questo "Parole in circolo" come dimostrano le persone di cui si è affiancato Mengoni nel corso di questi mesi. C'è Fortunato Zampaglione  con cui ha scritto sia "Guerriero" che "Ed è per questo", ma ci sono anche firme giovane del cantautorato italiano come quella di Ermal Meta, ex leader de La Fame di Camilla con cui ha scritto "Invincibile" col contributo di Matteo Buzzanca (autore, tra gli altri, di Gazzè e Noemi), con cui aveva collaborato nell'album precedente, ma anche "Io ti aspetto" e "La neve prima che cada", in cui si avvalgono, invece, della collaborazione di Dario Faini, già Elettrodust e autore di artisti come Francesco Renga, Alessandra Amoroso ed Emma. Col giovane Matteo Valli firma "Esseri umani" e "Mai per sempre", mentre diventa interprete assoluto in "Se sei come sei", scritto a quattro mani dall'ex Amor Fou e musical producer di Mika per l'ottava edizione di X Factor Alessandro Raina e lo stesso Buzzanca e in "Se io fossi te", scritto da Luca Carboni, Coffee e il cantautore americano busbee.

L'importanza delle parole

"Le parole sono sempre più importanti – continua Mengoni in conferenza stampa -. In questi 2 anni ho capito che il cambiamento doveva essere ancora più radicale e che si stava muovendo in me una linea di scrittura diversa e dovevo dar più importanza alle parole che frullavano nella testa. Siamo nell'era della parola, anche se digitale, brutta, bella e fortunatamente torniamo all'importanza della frase".

Il percorso da X Factor a "Parole in circolo"

"Parole in circolo" prosegue un discorso cominciato anni fa da Mengoni, da quella vittoria a X Factor e proseguito senza sosta fino ad oggi, passando per la vittoria a Sanremo, la partecipazione all'Eurovision Song Contest, alla vittoria del Best South Europe Act agli EMA, che gli ha permesso la nomination per il Best Worldwide Act, e a decine di concerti sold out in giro per l'Italia. Un percorso che non può fare a meno della digitalizzazione, come dimostra l'app lanciata a settembre e che gli permette un contatto diretto coi suoi fan a cui dà la possibilità di accedere a moltissimi contenuti esclusivi che riguardano i suoi lavori.

Video e montaggio: Sacha Biazzo

368 CONDIVISIONI
Marco Mengoni: il nuovo album si chiamerà
Marco Mengoni: il nuovo album si chiamerà "Parole in circolo" e uscirà a gennaio
"Parole in circolo": fan in delirio per il firmacopie di Marco Mengoni
107.790 di Simona Berterame
Marco Mengoni d'oro con
Marco Mengoni d'oro con "Guerriero". Da domani in vendita "Parole in circolo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni