Madonna (credits Jamie McCarthy/Getty Images per GLAAD)
in foto: Madonna (credits Jamie McCarthy/Getty Images per GLAAD)

Alcuni fan vogliono portare in tribunale Madonna a causa del ritardo dell'inizio dei concerti del suo Madame X Tour. Il sito americano TMZ ha scritto che un fan sta mettendo assieme una serie di fan infastiditi per far partire una sorta di class action contro la cantante, rea di aver rimandato in corsa l'orario di inizio dei suoi concerti nei teatri. Per il tour di madame X, infatti, la cantante ha optato per un'opzione diversa dalle solite, almeno per quanto riguarda artisti del suo calibro: niente palazzetti o stadi, ma una serie di residence nei teatri americani. La voglia, come ha spiegato Madonna, era quella di rendere lo spettacolo più intimo anche a costo di un prezzo maggiore dei biglietti, cosa che non è passata inosservata.

Madonna nega il rimborso

Ma non è questo il motivo per cui un fan, Nate Hollander, ha deciso di tentare la strada legale contro la cantante. Stando ai documenti ottenuti da TMZ, infatti, Madonna e la società che organizza il tour, Live Nation sono stati denunciati perché, ha spiegato il fan, avrebbe perso un sacco di soldi a causa dello spostamento del concerti dalle 20.30 alle 22.30. L'uomo ha dichiarato di aver acquistato ill biglietto lo scorso agosto per il concerto previsto il 17 dicembre in Florida e il cui inizio preannunciato era proprio quello delle 8.30 di sera.

Voglia di class action

Nelle ultime settimane, però, pare che la cantante fosse solita fare non poco ritardo, salendo sul palco anche due ore dopo l'orario previsto. Per ovviare alla cosa Madonna ha deciso di spostare ufficialmente l'orario di inizio concerto, appunto, dalle 20.30 alle 22.30, rendendo formale questo ritardo. Secondo l'uomo che l'ha denunciata questo cambio di orario avrebbe fatto perdere valore al suo biglietto e per questo motivo ha chiesto il rimborso dei mille euro pagati per tre biglietti; rimborso che, però, gli è stato negato. E per questo motivo adesso sta cercando altri fan delusi per far partire questa causa collettiva per chiedere indietro i danni.