26 Maggio 2015
15:45

Lutto per Grazia Di Michele, è morto il padre partigiano e combattente

È morto Erminio Di Michele, padre della cantautrice e insegnante di “Amici” che nel 1990 si presentò a Sanremo con un brano a lui dedicato: “Io e mio padre”.
A cura di G.D.

Un lutto sconvolge Grazia Di Michele che, questa notte, ha perso suo padre Erminio. Aveva 90 anni ma, nonostante l'età avanzata, godeva di ottima salute e soltanto il mese scorso era tra i "partigiani combattenti" invitati dall'ANPI per la giornata della Liberazione, una data che coincideva anche con il suo giorno di nascita. Le condizioni di salute di Erminio Di Michele sono peggiorate all'improvviso. I funerali del padre dell'insegnante di "Amici" si terranno a Roma il prossimo giovedì 28 maggio.

Grazia Di Michele aveva dedicato a suo padre la canzone con cui esordì al Festival di Sanremo 1990, "Io e mio padre", ballata autobiografica che raccontava del rapporto ritrovato con il genitore dopo un periodo di allontanamento:

Se potessi parlarti di me/ In questi giorni che il sole non c'è/ Senza confondermi perché sei mio padre/ Se potessi cantare per me/ L'unica storia che al mondo non c'è/ mi ricorderei che sei mio padre/ Ti poserei la testa tra le mani e mi addormenterei/ Sognando isole e sirene in mezzo al mare/ Ma non ho più/ Fuochi da rubare in questa notte blu/ Li hai visti forse tu che sei mio padre

Il testo completo di "Io e mio padre"

Se potessi parlarti di me
In questi giorni che il sole non c'è
Senza confondermi perché sei mio padre
Se potessi cantare per me
L'unica storia che al mondo non c'è
Li ricorderei che sei mio padre
Ti poserei la testa tra le mani e mi addormenterei
Sognando isole e sirene in mezzo al mare
Ma non ho più
Fuochi da rubare in questa notte blu
Li hai visti forse tu che sei mio padre
Se potessi parlarmi di te
E frantumare il silenzio che c'è
Senza nasconderti perché sei mio padre
Ti prenderei quelle tue mani stanche
E ti riporterei
Nei nostri viaggi stralunati senza fine
Ma non hai più
Voglia di seguirmi in questa notte blu
Non hai parole tu che sei mio padre. E restiamo qui
Più mi guardo e più somiglio a te
In un gesto o lampo di allegria
In questa smania di scappare via
Ci incontreremo mai io e mio padre
Ci incontreremo mai io e mio padre
Ti poserei la testa tra le mani e mi addormenterei
Sognando isole e sirene in mezzo al mare
Ma non ho più
Fuochi da rubare in questa notte blu
Li hai visti forse tu
Che sei mio padre
Li hai visti forse tu
Che sei mio padre .

Lutto per Sal Da Vinci: morto il padre Mario, noto interprete della canzone napoletana
Lutto per Sal Da Vinci: morto il padre Mario, noto interprete della canzone napoletana
Lutto per Sasha Grey, è morto suo padre:
Lutto per Sasha Grey, è morto suo padre: "Addio, il mio cuore si è spezzato"
Michele Merlo, a un anno dalla morte il padre chiede verità:
Michele Merlo, a un anno dalla morte il padre chiede verità: "Voglio che i responsabili paghino"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni