Si chiama Yin il nuovo album di Highsnob, un Ep che arriva a un anno e mezzo da "Bipopular". Yin è composto da sei tracce, prodotte da Andry the Hitmaker, "che proseguono il filone narrativo dell'artista raccontando con intimità le sue esperienze vissute" che si compongono di una scrittura malinconica e di un Highsnob rinnovato anche nell'aspetto. A fanpage.it ha parlato delle sue prime volte, da quelle musicali a quelle social, fino a quelle sentimentali, spaziando dai tatuaggi ai dissing, da Fedez al sesso, sorridendo e affrontando anche temi più complessi come quelli degli attacchi di panico, cantati anche in questo Ep, la cui prima canzone scritta è stata "Poison Ivy" ("L'Ep si regge tutto intorno a quel brano. È anche un po' la più sofferta, si sente e diciamo che è nato tutto da lì").

Il primo tatuaggio e la prima volta con Fedez

Il primo tatuaggio, ci dice Michele Matera, vero nome del rapper di origini irpine, fu sulla caviglia quando era in prima media e se lo fece con china e un ago da compasso, mentre la prima droga assunta fu la marijuana, sempre in età molto giovane come tante delle prime esperienze del cantante che ricorda la sua prima volta a 14 anni. Highsnob ricorda anche la prima volta che vide Fedez, un incontro importante per la sua vita, nel bene e nel male: "La prima volta con Fedez era il 2012, eravamo con Ghali ed Ernia, in Versilia, mi invitò un amico, siamo andati a un suo djset e siamo stati lì con loro, abbiamo cenato e fatto un po' di caciara", ma dopo essere entrato in Newtopia le cose peggiorarono: "Non ricordo quando ho litigato per la prima volta, sicuramente era il periodo dei Bushwaka. Ci sono stati sempre un po' di disaccordo ma questo è normale, perché eravamo in un'etichetta gestita da un artista e ci sono dentro altri artisti; le esigenze giustamente di un artista principale nella sua etichetta convergevano tutte su di lui e le mie necessità non venivano esaltate".

Gli attacchi di panico e le offese: Terrone

Highsnob prese quel nome subito dopo la fine dei Bushwaka, prima ancora di avere pezzi chiusi: "Mi sono tatuato la scritta Highsnob sperò non esisteva ancora musica mia pubblicata, quindi è stato un po' un rischio, un azzardo, ma ha pagato". Nato ad Avellino, il rapper ha dovuto subire non poche offese a causa delle sue origini, come ha spiegato a fanpage.it: "Mi hanno offeso tante volte, ma le più gravi sono quelle di quando ero piccolo ed erano legate al mio paese di provenienza, sono nato ad Avellino, le offese tipo terrone etc, da piccolo le ho sempre sentite.". Matera parla anche dei suoi attacchi di panico a cui ha dedicato anche una delle canzoni dell'Ep: "Il primo attacco di panico è successo una decina di anni fa, ci ho sofferto parecchio, è successo dopo un incidente stradale, avevo rischiato di morire in autostrada e mi ricordo che una volta, mentre stavo camminando, mi si è bloccato il respiro e sono andato nel panico più totale"