video suggerito
video suggerito

Ligabue incanta Correggio nella prima tappa del tour nelle piccole città (VIDEO)

Luciano Ligabue torna alle origini e parte da Correggio per inaugurare il tour nelle piccole città. Il cantante suonerà nei Palazzetti prima del tour negli Stadi. Grandissimo successo per la prima data nella sua città natale.
204 CONDIVISIONI
Immagine

Non poteva che partire dalla sua Correggio il "Mondovisione Tour 2014 – Piccole città" di Luciano Ligabue, ovvero la serie di date fatta nelle piccole città, appunto, in Palazzetti con una capienza massima di 2000 persone. Un tour pensato per ritrovare il contatto diretto col proprio pubblico e proprio per questo non ci sono prevendite, ma i biglietti si acquistano a partire da 3 giorni prima del concerto direttamente nelle località in cui si svolgono i concerti: "Ho proprio voglia di portarlo in giro questo ‘Mondovisione' – aveva detto Liga – Per cui comincio da qui, da Correggio – con un concerto nel palasport in cui ho cantato più di vent’anni fa – per poi suonare in altri piccoli Palazzetti in altre piccole città. Per poi passare agli stadi. E poi andare in Europa e nel mondo. A presto".

Proprio la questione biglietti è stato uno dei primi pensieri del cantante appena salito sul palco. Dopo i ringraziamenti, infatti, ha voluto fare un ringraziamento speciale ai fan perché "so il mazzo che vi siete dovuti fare per avere i biglietti". L'atmosfera è assolutamente diversa, ovviamente, da quella degli stadi. Qui riesce a vedere il pubblico in faccia, riuscendo ad avere un feedback leggermente diverso: "Vi confido un segreto – dice prima di cantare ‘Angelo della nebbia' – La mia identità di cantante e' falsa. Nella realtà sono un agente segreto della pro loco di Correggio".

Sul palco, con lui, c'è la sua band di fedelissimi: dall'ormai mitico Federico “Fede” Poggipollini (chitarra) a Niccolò Bossini (chitarra) passando per Luciano Luisi (tastiere e programmazioni), Michael Urbano (batteria) e Davide Pezzin (basso) che lo accompagnano per una scaletta che oltre ai brani di "Mondovisione" il suo ultimo album che non ha intenzione di uscire dalla classifica, dopo essere risultato quello in assoluto più venduto nel 2013, anche tantissimi classici come "Ho messo via", "Urlando contro il cielo", "Lambrusco e Pop Corn" e "Piccola stella senza cielo". Il pubblico è variegato, e va da quelli più grandicelli alle nuove generazioni, e non può mancare la sua famiglia. Persone che hanno la possibilità di guardare in faccia Luciano, di vederne il sudore e di sentirne ancora di più l'energia a vent'anni dal suo ultimo concerto a Correggio.

Saranno circa quindicimila le persone che potranno vederlo in questa veste intima, meno di quanto ne farà con una sola data nel tour che partirà quest'estate e lo vedrà protagonista di 10 date per 7 date complessive (il 30 e il 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma; il 6 e il 7 giugno allo Stadio San Siro di Milano; l’11 e il 12 giugno allo Stadio Massimino di Catania; il 12 luglio allo Stadio Euganeo di Padova; il 16 luglio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze; il 19 luglio allo Stadio Adriatico di Pescara; il 23 luglio allo Stadio Arechi di Salerno). Per chi, invece, vorrà provare ad accaparrarsi i biglietti nei palazzetti gli appuntamenti sono questi: il 29 marzo al Palasport di Fossano (CN), il 31 marzo al Palaruggi di Imola (BO), il 2 aprile al Palasport di Salsomaggiore Terme (PR), il 4 aprile al Palasport di Latisana(UD), il 6 aprile al Playhall di Riccione (RN), l’8 aprile al Palasport Bernardo Speca di San Benedetto del Tronto (AP), il 10 aprile al Palasport di Colle Val D’Elsa (SI), il 12 aprile al Palasport Paternesi di Foligno(PG), il 14 aprile al PalaFrosinone di Frosinone e il 16 aprile al Pala Basento di Potenza.

204 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views