Che Liam Gallagher si diverta ogni tanto a gettare provocazioni, soprattutto su Twitter, è cosa nota, lo fa quotidianamente, avendo spesso come vittima il fratello Noel, e allo stesso tempo con calma smentisce informazioni sulla sua vecchia band. In questi ultimi anni la domanda che ha assillato i fratelli Gallagher è quella, ovviamente, che gli chiede della possibilità della reunion degli Oasis, una delle band più note di questi ultimi decenni, colonna portante del Britpop e di una storia musicale che si infranse, una sera di agosto, di fronte a un litigio che la leggenda narra acceso e con schitarrate tra i fratelli in una Parigi fredda che non li vedrà mai salire sul palco, sostituiti all'ultimo istante dal secondo set del giorno dei Madness.

I fan della band ricordano bene quella giornata e alcuni di loro non hanno mai abbandonato la speranza di rivedere assieme i fratelli, che nel frattempo hanno avviato due carriere soliste, con album e concerti che, però, non hanno mai raggiunto le vette della band: "Terra chiama Noel, ascolta ragazzo ho sentito dire che fai concerti in cui la gente non può bere alcol, adesso, ed è la cosa più bizzarra che tu abbia mai fatto" ha scritto su Twitter Liam, prendendo in giro – ancora una volta – il fratello maggiore, ma la notizia, però, arriva un istante dopo, quando nel messaggio ha scritto – chissà se in maniera seria o scherzosa – "Ho deciso di perdonarti, adesso fai in modo che la Grande O torni insieme, smettila di cazzeggiare, i drink li pago io.

È bastato un tweet, insomma, per mandare in delirio alcuni fan e ritornare al tormentone sulla reunion o meno degli Oasis, senza dimenticare che le voci tornano a intervalli regolari e come nascono così muoiono, con la smentita dei fratelli che non mancano mai di mandarsi frecciatine. In un commento allo status, poi, Liam è ancora più esplicito e rispondendo a un fan che gli chiedeva perché volesse il ritorno della band e fosse, anzi, così disperato, il cantante ha risposto: "Non sono disperato, semplicemente penso che sia una bella cosa da fare".