Levante (frame dal video di "Gesù Cristo sono io")
in foto: Levante (frame dal video di "Gesù Cristo sono io")

La scelta di pubblicare il video di "Gesù Cristo sono io", ultimo singolo di Levante, tratto dall'album "Nel caos di stanze stupefacenti" (Carosello) , proprio il 25 novembre non è causale. Oggi, infatti, è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e il testo della canzone ha, in qualche modo, a che fare proprio con questa tematica, ovvero il rapporto tra due amanti che si trasformano in vittima e carnefice, oltre ad essere stato scritto nel 2016 sull'onda di una serie di casi di cronaca che avevano le donne come protagoniste e vittime, e che rispecchiava (e rispecchia) quella che è la società attuale "he ancora vive la donna come un essere fragile, da guidare nell’identità e nelle scelte, spesso da sminuire" dice la cantante – e giudice di X Factor – che lo scorso 17 novembre ha pubblicato il repack dell'album che contiene, oltre al disco in studio, il cd e il dvd live del concerto sold out tenutosi lo scorso 16 maggio all’Alcatraz di Milano.

Il video della canzone

Il video è stato girato dal collettivo ZERO ed è girato con una tecnica particolare in cui i piani sequenza si ripetono in loop "giocando" con gli stereotipi di genere che spesso subiscono le donne. Levante, quindi vive sempre lo stesso set con i protagonisti che però cambiano: dalla donna delle pulizie (e una scopa verrà messa anche in mano alla cantante) alle spose incellofanate, fino a quelle incappucciate.

Il significato di Gesù Cristo sono io

"Gesù Cristo sono io, tutte le volte che mi hai messo in croce, tutte le volte che sei la regina e sulla testa solo tante spine" canta Levante all'inizio della canzone immergendo da subito l'ascoltatore in quello che sarà il mood del pezzo (che continua con frasi come "Ti ho preso in braccio e ti ho portato avanti, ma tu ricordi solo i miei peccati" o "Confessa che sei il demonio nella testa che mi trascina sempre giù. Confessa che il paradiso non mi spetta, che non mi sono genuflessa, che non mi sono genuflessa"): "In ‘Gesù Cristo sono io' racconto un microcosmo che in verità è solo il riflesso di un macrocosmo che usa ancora, in questi tempi sempre meno moderni, trattare la donna come un essere inferiore. Gesù cristo sono io è il percorso di una donna che, attraversando una strada buia, si ritrova nei panni di un Cristo… e risorge". E tutto il testo gioca proprio con la semantica religiosa di colpa, peccato, perdono, chiodi e spine ("Questo è il mio sangue, questo è il mio corpo").

L'amicizia con Tiziano Ferro

A celebrarla e celebrare la canzone è arrivato anche Tiziano Ferro. I due, ormai, sono diventati amici, oltre che collaboratori: nelle settimane scorse, infatti, Levante ha duettato col cantante in "Valore assoluto", la versione contenuta nel repack de "Il mestiere della vita", ultimo album del cantante che la definì "dolce, bravissima e bella" e che in occaisone della nuova uscita ha scritto, condividendo il video: "Una delle mie nuove cantanti preferite, con uno dei suoi testi più belli!!! Vai Levante ! Tiziano".

Levante in tour

Dall'8 febbraio, poi, Levante sarà in tour con il suo Caos in Europa tour 2018 che la porterà in alcune delle maggiori capitali europee, partendo dal Razzmatazz di Barcellona, per proseguire il 9 al Cafè Berlin di Madrid e il 10 al O Paraiso di Lisbona, il 12 febbraio al Sugar Factory ad Amsterdam, il 13 al Garage di Londra e il 14 al Petit Bain di Parigi. La leg europea sarà un anticipo al ritorno in Italia dove ripartirà con uno spettacolo nei teatri italiani con brani suonati con arrangiamenti inediti: il debutto è previsto dal Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto il 24 febbraioprima di toccare Firenze il 26 al Teatro Verdi e il 27 e 28 a Bologna al Teatro Celebrazioni. Il 3 marzo sarà a Trento all’Auditorium Santa Chiara, il 4 e 5 al Teatro Dal Verme di Milano, il 6 a Genova al Teatro Politeama, l’8 a Roma all’Auditorium Parco della Musica (Sala Sinopoli), il 10 a Senigallia al Teatro La Fenice, il 12 a Napoli al Teatro Augusteo, il 13 a Lecce al Teatro Politeama, il 19 a Torino al Teatro Colosseo, il 22 a Palermo al Teatro Biondo, il 23 a Catania al Teatro Metropolitan e si concluderà il 30 marzo al Gran Teatro Geox di Padova.