Laura Pausini arriva al Festival di Sanremo da vincitrice per la Miglior canzone ai Golden Globes con "Io sì" che fa da colonna sonora al film "La vita davanti a sé". Non poteva non passare a prendersi i complimenti di Amadeus e Fiorello e di milioni di persone che proprio su quel palco l'hanno vista partire nel lontano 1993 e da quel momento di strada ne ha fatta eccome! Una strada lunga e piena di premi e soddisfazione, con successo enorme e vero anche fuori dai confini con Latin Grammy e Grammy oltre alla riconoscibilità anche fuori dai nostri confini.

L'emozione di Pausini all'Ariston

Sul palco è emozionatissima, si confonde, deve prendere più volte fiato e lo stesso Ama la incita: "Bello che una artista come te possa emozionarsi". "Ho finito la saliva, sono emozionata. Lo spazio ce l'ho perché tutti i premi li prende il mio babbo, neanche quello di Sanremo. Non dobbiamo abituarci mai, uso plurale perché ci sono sempre attorno a me tante persone, tutta l'Italia (si emoziona). Non mi aspettavo il Golden Globes, perché è strano pensare che una canzone cantata da un'italiana sia anche solo nominata e non c0'era mai stata alcuna canzone cantata tutta solo in italiano".

Laura Pausini canta Io sì a Sanremo 2021

Laura Pausini ha avuto l'enorme capacità di costruirsi passo dopo passo una carriera che è riuscita a diventare internazionale, dando il tu ai migliori artisti al mondo, arrivando non solo a giocarsi la vittoria ai Golden Globes ma addirittura vincerli. Il video delle urla e della felicità ha fatto il giro del mondo. Sul palco dell'Ariston arriva accompagnata dalla performance di Fiorello che canta La solitudine sulle note dei Queen, ma soprattutto canta "Io sì" e insomma, l'emozione lascia il posto al talento da oltre un miliardo di streaming su Spotify, come spiega e sottolinea proprio Ama.

Il messaggio di integrazione

Dopo l'esibizione della sua canzone, poi, la cantante prende la palla al balzo e fa suo l'invito di Fiorello di improvvisare una cosa. E così Fiorello diventa producer e parte una versione di "The rhythm of the night" col beatboxing di Fiorello. Prima di andare via, la cantante ha voluto condividere un messaggio di integrazione: "Volevo ringraziare Sofia Loren questo film porta un messaggio di integrazione uguaglianza ed p bello sentirsi in una famiglia pure senza nascere con lo stesso sangue. Grazie a tutte le persone che mi sono state vicine in questo progetto".