A volte anche le popstar possono commuoversi ed emozionarsi. A volte anche le popstar posso avere miti da incontrare. Lo sa bene Cesare Cremonini, forse uno dei nostri autori pop più amati, che durante il concerto alla Kioene Arena di Padova del suo Cremonini Live 2018 ha voluto rendere il giusto tributo al suo mito Roberto Baggio, uno dei calciatori più forti di sempre, al mondo, e suo mito personale a cui ha dedicato anche uno dei versi della sua "Marmellata #25" ("Ah, da quando Senna non corre più, ah, da quando Baggio non gioca più Oh no, no! Da quando mi hai lasciato pure tu non è più domenica") e che ieri sera era al Palazzetto per guardare il concerto.

L'amore di Cremonini per il calciatore

"Crescendo ho imparato ad apprezzare le parole, ho studiato i poeti e a un certo punto ho incontrato un poeta che mi ha cambiato la vita – ha detto dal palco Cremonini -, ho iniziato a guardarlo, a commuovermi e ha commosso talmente tanti, soprattutto quando è venuto a vivere nella mia città, anche se è stato solo un anno ma mi è sembrata tutta la vita e ho scritto persino canzoni per lui, perché la sua poesia mi è rimasta dentro: questo poeta si chiama Roberto Baggio e questa notte è qui con noi e io vorrei che tutti noi che amiamo le canzoni che contengono le poesie che parlano di lui gli dedicassimo il nostro amore, perché è tutta la vita che canto Marmellata #25 e questa notte posso cantarla a Roberto Baggio" ed è partita la canzone che fu il primo singolo estratto dal suo secondo album da solista "Maggese".

Le foto nel backstage e la dedica sui social

Il cantante ha anche voluto condividere le foto scattata con l'ex calciatore nel backstage, con tanto di maglia del Bologna autografata: "La magia delle canzoni, la poesia dello sport, l’umanità dei veri campioni, la fantasia dei numeri 10. GRAZIE Robi. Stasera 7000 persone più una, hanno cantato anche per te" ha scritto il cantante.