Settimana di nuovi ingressi nelle posizioni alte della classifica con un podio che vede due novità e un ritorno improvviso (ma neanche troppo). A dominare le classifiche do vendita e consumo di album e singoli, infatti, ci sono due nuovi ingressi, con il trapper Drefgold che è primo con il suo ultimo album "ELO", mentre tra i singoli ritrova la prima posizione una vecchia conoscenza come Irama, che con "Mediterranea" è primo anche grazie all'onda di Amici Speciali, lo spin off del talent di Maria De Filippi, che lo vede in finale assieme a Stash dei Th Kolors, Alessio Gaudino e a Michele Bravi.

Sul podio anche Fabrizio De Andrè e la PFM

Ma sul podio arriva anche un progetto speciale, ovvero il concerto ritrovato di Fabrizio De Andrè con la PFM, che dopo essere passato nelle sale italiane diretto da Walter Veltroni è su tutti gli store con la colonna sonora. Ma c'è anche un ritorno sul podio, ovvero Gaia Gozzi, la vincitrice dell'ultima edizione di Amici che ritrova le posizioni alte della classifica con il repack del suo primo lavoro "Nuova genesi". La cantante, infatti, sfrutta un po' la trasmissione e un po' anche il ritorno del suo album anche in formato fisico, a cui si aggiunge il successo del singolo "Chega", tra le canzoni più apprezzate dalle radio italiane. Non cambia molto la top 10 degli album, con "Persona" di Marracash in quarta posizione, davanti a "DNA" di Ghali e "Dark Boys Club", ultimo al bum della Dark Polo Gang. In settima posizione c'è tha Supreme con "23 6451" seguito dai Pinguini Tattici Nucleari e il loro "Fuori dall'hype",, da The Weeknd di "Afterhours" e Future Nostalgia di Dua Lipa.

Irama meglio di Drefgold e Sfera

Come detto, tra i singoli svetta Irama con la sua nuova "Mediterranea", brano che si mette alle spalle due pezzi da novanta degli stream come Drefgold e Sfera Ebbasta che duettano in "Elegante", mentre in terza posizione resiste strenuamente "Good Times" di Ghali, brano che da settimane è anche tra i più passati dalle radio italiane. Tra i vinili, invece, in testa ci va Fabrizio De Andrè, seguito dai Pink Floyd di The dark side of the moon e da Persona di Marracash, che si ritaglia uno spazio anche qui.