"‘Il video è stato interamente ideato, girato, diretto e montato da Levante'. Poi? Altro che artisticamente non sai fare? Sei incredibile Claudia" è uno dei commenti più apprezzati a corredo del video della versione casalinga di "Tikibombom", il nuovo lavoro di Levante. Il brano che la cantante siciliana ha portato al Festival di Sanremo (e d è incluso in "Magmamemoria XXL") ha una storia particolare: non trovando la giusta posizione in classifica, la canzone col tempo ha preso la rincorsa ed è diventato il singolo più passato dalle radio. Troppo poco quel dodicesimo posto finale sul palco dell'Ariston, ribaltato, poi, sia dall'apprezzamento del video (attualmente al sesto posto tra i più visti) che dalla classifica radio.

Il video in bianco e nero girato in isolamento

La cantante ha scelto il bianco e nero, riprendendosi nel quotidiano, all'interno della sua casa, al tavolo, mentre salta, gioca con gli specchi, mangia, suona, si stende alla luce della finestra. Gioca coi limiti imposti dall'isolamento. E lo fa con una versione piano e voce: "Tikibombom è un brano nato al pianoforte. Prima di presentarlo a Sanremo per un istante ebbi l’idea di farne una versione più raccolta, poi però decisi di arricchirla con una produzione più energica e alla fine è stata portata al Festival in quella veste. – racconta Levante sul brano – Nel cassetto rimase il desiderio di crearne una versione più intima… anche se non pensavo così tanto intima, dato che l'ho registrata nell’armadio di casa durante la quarantena!" ha spiegato, mostrandosi proprio in quelle condizioni in una storia su Instagram.

Da Sanremo alle radio

Per alcune settimane la canzone è stata al primo posto della classifica Earone, che conta i passaggi sulle principali radio italiane a conferma di quanto pensassero che potesse piacere e infatti è piaciuta. In questi giorni di lockdown, però, la canzone ha assunto un'altra forma, più intima, casalinga. Levante, infatti, dall'isolamento della sua casa torinese ha deciso di registrare questa home version della canzone. Una sorpresa un po' per tutti, anche per la sua etichetta che si è ritrovata tra le mani questo video pensato, girato e montato dalla stessa cantante a dimostrazione della sua versatilità oltre il canto (Levante ha anche pubblicato due romanzi per Rizzoli): "Ho dovuto approfittare dei mezzi che avevo e l’armadio era l’unico luogo in cui avrei potuto attutire suoni e rumori esterni".