Lazza è tornato con "Re Mida (Aurum) e "Re Mida (Piano)" da cui è estratto "Gigolò" singolo con Sfera Ebbasta e Capo Plaza. Il rapper pianista, uno dei personaggi più influenti del novo rap italiano ha pubblicato due capitoli della trilogia che aveva promesso di far uscire nel 2019 per 333 Mob/Island Records/Universal Music. Il primo album contiene inediti e nuove collaborazioni, mentre “Re Mida (Piano Solo)” fa riscoprire 8 tracce dell’album “Re Mida” in una versione speciale tutta suonata e arrangiata. E la versione Aurum dell'album ha esordito in terza posizione nella classifica FIMi degli album più venduti anche grazie al successo di "Gigolò".

Come nasce Gigolò con Sfera e Capo Plaza

Il brano vede insieme tre dei fenomeni trap di questi ultimi anni e nasce dalla proposta di Lazza che prima ha chiesto a Capo Plaza di mettere mano e mancando il ritornello ha chiesto a Sfera di chiuderlo: "Gigolò nasce da una mia idea – spiega Lazza ai microfoni di Fanpage.it – , prima che ci mettessero mano tutti. Ho contattato Plaza per dirgli: ‘È un po' che lo diciamo, ci conosciamo da un sacco di tempo', Capo Plaza veniva a casa mia da bambino e gli ho detto di fare il pezzo assieme. C'era solo la strofa, mi ha mandato il pezzo e mancava solo il ritornello, così l'ho mandato a Sfera e gli ho detto ‘Te l'accolli, ti fa piacere?' e mi ha detto ‘Sì, se te la facevi da solo era una hit, a fare un'operazione del genere è una grossa hit'".

Charlie Charles, Low Kidd e AVA

A quel punto la scelta di Lazza e dei compagni è stata quella di mettere il pezzo nelle mani dei tre produttore fidati di ognuno di loro, così da dare un suono più vario e caratteristico: "Poi abbiamo pensato di far mettere le mani a ogni produttore per rapper. Inizialmente parte da me, quindi ha il mio stampo però ci sono anche le mani di Low Kidd per me, di Charlie Charles per Sfera e AVA per Capo Plaza".

Il riferimento a Marracash

Parlando del brano in sé Lazza spiega: "Sicuramente è un brano orecchiabile, secondo me anche abbastanza di facile ascolto, perché non è pesante, comunque gira a un bel bpm, gira intorno ai 100 bpm. Il pezzo è abbastanza tra un mood ‘struggle' e  un po' cafone, ci sono un paio di spunti tamarri tra le rime di tutti, c'è questa roba che Sfera dice, che ha l'orologio da 30 mila euro però legge l'ora dal telefono, io ho citato Marracash in chiusura della mia strofa in cui dico: ‘Disco d'oro al primo disco pure Zzala, perché la musica è mio padre, la strada è mia mamma', che è una rima di Marra, di cui sono molto fan. Mi capita di citarlo spesso perché dice sempre cose troppo fighe, tra l'altro sono qua che aspetto il suo nuovo disco, speriamo che si dia una mossa".