"Mia figlia mi chiede ogni giorno se il Corona Virus è andato via" ha scritto Laura Pausini su Instagram. La vita di isolamento ha colpito tutti compresi cantanti famosi. Lo vediamo ogni giorno nelle dirette su Instagram che in tanti fanno per passare alcune ore con i propri fan: concerti, domande e risposte, dirette con domande da casa. Ci si è molto ingegnati in questi primi tempi per cercare di trovare un'alternativa allo stop dei concerti e della vita sociale e per mantenere vivo il rapporto con il proprio pubblico. Lo ha fatto anche Laura Pausini, protagonista di alcune dirette Instagram, con personaggi del mondo della musica, dello Spettacolo e del calcio. La cantante ha chiacchierato – vista da centinaia di migliaia di persone – con Tiziano Ferro, Paola Cortellesi e Kakà, ma a parte quelle poche ore la sua vita è quella di una madre qualsiasi.

L'isolamento di Laura Pausini

Lo ricorda spesso al pubblico che la segue su Instagram e sui social tutti. Lo ha sempre fatto, ha spesso parlato della figlia Paola, ha postato foto e video che la vedevano protagonista e soprattutto, qualche mese fa aveva annunciato, che quest'anno se lo sarebbe preso di pausa proprio per passare un po' di tempo con lei, in tranquillità, senza viaggiare ogni poco, senza dover preparare tour mondiali a solo o tour degli stadi in compagnia. Insomma, il 2020 era un anno perfetto per stare a casa. Ma, come tutti, anche la cantante non poteva immaginare che sarebbe stato uno stare in casa letterale, di isolamento forzato.

Laura Pausini e le domande della figlia Paola

Con un post su Instagram, Laura Pausini ha parlato della difficoltà di dover spiegare ai bambini quello che sta accadendo: "Paola ha 7 anni e come tutti i bambini in Italia e in molti paesi del mondo, improvvisamente ha cambiato le sue abitudini scolastiche. Ora segue le lezioni da casa e fa i compiti ogni giorno con me. Mi dice sempre che le mancano la scuola, i suoi compagni e le sue maestre. Mi chiede ogni mattina se il Corona Virus è andato via. Parlare con i nostri bambini cercando di non nascondere loro la verità ma rassicurandoli allo stesso tempo, credo sia necessario, oggi più che mai. Mentre iniziamo a preparare qualche idea per la Santa Pasqua, speriamo che la “libertà” sia ogni giorno più vicina.