Laura Pausini (credit BRAINSTORM AGENCY)
in foto: Laura Pausini (credit BRAINSTORM AGENCY)

Laura Pausini è infuriata con la stampa, rea a suo dire di essersi concentrata, dopo il doppio appuntamento al Circo Massimo di Roma con cui ha dato il via al suo tour mondiale, su inezie invece che su cose sostanziali. La Pausini accusa i media di aver dato visibilità alle sue parole scherzose su Beyoncé invece che su un evento per cui, scrive ci ha messo "cuore,anima, sonno, passione e tempo, tanto tempo, troppo tempo" anche se il problema principale, per la cantante è che questo sarebbe fatto non per creare un contorno di colore attorno a un evento di cui, onestamente, si parla da mesi ma per delegittimarla, anzi, per usare le parole della cantante per oscurare "le cose meravigliose che succedono a me e alla mia carriera" e, aggiunge, "Ve ne dovete fare una ragione anche se vi faccio schifo".

Il problema, quindi, sarebbe che qualcuno (la stampa in generale?) voglia mettere "in secondo piano il fatto che una donna oggi sia capace a 44 anni di avere un pubblico così importante" e spiega: "Al Circo Massimo ho fatto un balletto (malissimo) e mi sono presa in giro paragonandomi apposta a Beyoncé e dicendo una frase ironica che significava esattamente l’opposto: io sono una pippa a ballare perché anche se ci provo non sarò mai come lei! Lo hanno capito tutti i presenti. E abbiamo tutti sorriso. Ma lo avete riportato al contrario. Facendomi passare come una che offende una star come lei! Perché?". La Pausini ha anche spiegato la battuta sui ventilatori, spiegando che era una cosa interna allo staff.

Per quanto riguarda il Colosseo, poi, spiega che a lei non interessa, ma che era solo una risposta a una domanda che era anche differente da quella riportata ovvero "Mi prendo il Colosseo" scherzando anche sul "magari lo danno prima a me che per altro sono italiana e ci metto meno ad arrivarci in bicicletta" che, per qualcuno, però, è diventata una battuta razzista benché, in realtà, la cantante aveva specificato che non lo era già prima che uscisse sulla stampa: "Ma vi pare che io possa mai voler offendere Lei che per altro è una delle mie preferite,ma più in generale un essere umano? (…) Ci sono notizie più gravi lo so, ma queste falsità riguardano la mia dignità. Ho fatto nella mia vita cose più grandi di me, cose che manco sognavo o desideravo. Siate semplicemente obbiettivi. Io sono una brava persona.  Mi capita di vivere questa vita. Non fate di tutto per trovare cattiverie. Ne esistono ancora di persone gentili, che si prendono in giro, senza dimenticarsi l’umiltà. Scrivete le cose che il pubblico merita. Se proprio dovete scrivere di me, scrivete La verità".