Félicité, la sorella di Louis Tomlinson, ex cantante dei One Direction, è morta a causa di un'overdose di cocaina, Xanax e Oxicodone. La ragazza, che aveva solo 18 anni, fu trovata senza vita lo scorso 13 marzo nel suo appartamento: avrebbe avuto un attacco di cuore che il coroner ha definito accidentale e causato da una "tempesta perfetta" di medicinali e droghe, stando a quanto riporta il tabloid inglese Mirror che scrive che un'analisi post mortem ha rivelato che non siano cause naturali ma che la tossicologa Susan Paterson ha trovato livelli tossici di Ossicotone così come di cocaina e Xanax.

Un mix di droghe e medicinali

"La ragazza è stata trovata incosciente da un'amica nella sua casa quando i soccorsi sono arrivati esercitando la respirazione cardiopomonare, ma senza successo – ha scritto il Coroner nel suo rapporto finale -. Credo che la conclusione più appropriata sia una disavventura, parliamo di un individuo che prende volontariamente droga cedendo agli effetti collaterali di quest'assunzione accidentale di droghe e medicinali. In una certa misura sono sicuro che fosse a conoscenza dei rischi che stava prendendo, ma non credo sia stato un atto volontario per porre fine alla sua vita".

Le droghe dopo la morte della madre

Insomma, non si è trattato di un suicidio, ma di un effetto imprevisto dell'assunzione di una combinazione fatale di droghe e medicinali. Félicité è stata trovata senza vita nel suo appartamento londinese dalla sua compagna di scuola Zainab Mohammed che ha trovato il suo corpo senza vita nel letto dopo l'acquisto e l'assunzione di cocaina la sera prima. La ragzzza inizialmente aveva negato l'assunzione di droghe prima di ammettere che aveva trovato l'amica con le labbra biancastre, subito dopo mezzogiorno, a quel punto aveva chiamato un'amico che le ha consigliato di chiamare i soccorsi. Pare che la ragazza abbia cominciato a usare droga a seguito della morte della madre Johannah Deakin scomparsa a causa della leucemia nel 2016 a 43 anni.