153 CONDIVISIONI

La musica del mondo si incontra all’Ariano Folk Festival che chiude con Daniele Silvestri

Torna l’Ariano Folfestival che quest’anno compie 21 anni: ad Ariano irpino si incontra la musica del mondo che avrà il suo culmine il 22 agosto con Daniele Silvestri dopo che nei giorni precedenti ospiterà artisti come la Dama Blanche, A-Wa, Fanfara Tirana.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
153 CONDIVISIONI
Daniele Silvestri
Daniele Silvestri

Ventuno anni per uno dei festival storici del Sud Italia e non solo, uno degli appuntamenti più importanti per chiunque ami la musica world. Torna nelle terre irpine, infatti l'Ariano Folk Festival che propone per la XXI edizione – che si terrà dal 18 al 22 agosto – un cartellone che pesca da diversi continenti e Paesi portando ad Ariano Irpino un pizzico di America, attraversando l'Asia e l'Africa prima di chiudersi col ritorno in Italia, a Roma, precisamente, con uno dei cantautori nostrani più amati, quel Daniele Silvestri autore di "Acrobati". L'Ariano Folk Festival si è fatto un nome anche al di fuori dei confini nazionali per la capacità di unire grandi nomi e stelle emergenti del panorama  musicale mondiale a una location che ne è forza e benzina, alternando la musica a un'esperienza che va oltre e comprende anche cinema, arte ed enogastronomia.

Anche quest'anno il festival si muoverà sotto l'egida di una parola d'ordine, quella di Metixage, termine che dà l'idea di quello che da sempre caratterizza la rassegna in cui si uniscono le musiche del Nord e del Sud del mondo unendosi in un territorio di confine, tra Campania, Puglia e Basilicata, per trasformare in ricchezza e integrazione la grande varietà di musica e culture, appunto. Varietà che negli anni scorsi ha permesso di arrivare sul palco di Ariano realtà come Calexico, Gogol Bordello, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Bombino, Instituto Mexicano del Sonido, Balkan Beat Box e Tony Allen, Seun Kuti + Egypyt 80, Alborosie e Dubioza Kolektiv, tra gli altri.

Giornata del 18 luglio

Si parte il 18 agosto con La Dame Blanche, musicista cubana trapiantata a Parigi e figlia del grande Jesus Aguaje Ramos, direttore della leggendaria orchestra Buena Vista Social Club e che in passato ha collaborato con Sergent Garcia e cantato con El Hijo de la Cumbia. Ad Ariano presenterà il suo ultimo album “2”, ricco di temi sociali e contaminazioni hip hop e reggae. Lo stesso giorno suoneranno i Xixa di cui due componenti (Brian Lopez e Gabriel Sullivan) militavano nella formazione originaria dei Giant Sand, mentre dalla Colombia arrivano i Systema Solar, collettivo dal grande impatto visivo che reinventa la musica da strada mescolando cumbia, fandango, champeta, insieme ai ritmi hip hop, house e techno.

Giornata del 19 luglio

Il 19 agosto sarà il turno delle A-wa, trio di sorelle israeliane di origine yemenita che reinterpretano la musica delle proprie radici con beat moderni per creare un mix di canzoni arab-folk ed elettronica a cui si alterneranno i portoghesi Terrakota e Dj Panko, storico selector dei catalani Ojos de Brujo e vincitore di un Grammy Latin Award per  il disco “Techarí”.

Giornata del 20 luglio

Il 20 l'apertura è per il jazz manouche di Angelo Debarre Quartet, considerato l’erede dell’immenso Django Reinhardt mentre sul folk stage sarà l'abbruzzese Nosenzo a intrattenere il pubblico sempre sulle note tra manouche e musica rom. Direttamente dalle esperienze di Radici Nel Cemento e Tribù Acustica, Adriano Bono porta ad Ariano The Reggae Circus, progetto che fonde musica live e arte circense, mentre dal Ghana arriva Pat Thomas, noto in patria con l’appellativo “Golden voice of Africa”.

Giornata del 21 luglio

La serata finale del 21 sarà molto lunga: si aprirà con un pranzo alle 13 a base di prodotti irpini accompagnati dalle note della Chico Trujillo Band, una delle charanga più coinvolgenti del Sud America, mentre in serata si alterneranno vari artisti, dalla  Fanfarria del capitan che mescola folclore balcanico a ritmi latini, prima dei leggendari ottoni albanesi della Fanfara Tirana che incontreranno gli inglesi Transglobal Underground la mitica band transglobal fino ai mash up di Luca Vaga Dj.

Giornata del 22 luglio

Chiuderà questa XXI edizione Daniele Silvestri, il noto cantautore romano, che porterà il suo “Acrobati summer tour”, uno dei lavori più apprezzati di questi ultimi mesi che vede anche la collaborazione di artisti come Caparezza, Diodato, Dellera, Diego Mancino e Funky Pushertz

A chiudere infine l'AFF arriva una vecchia conoscenza del festival: Lord Sassafras alias Jordi Gayoso figura emblematica e multietnica della scena spagnola capace di creare un mix mutante di suoni solari dalla world music, al rock, alle influenze tecno-etno.

Programma completo e prezzi

18 agosto

FOLK STAGE

LA DAME BLANCHE (CUBA)

XIXA (USA)

SYSTEMA SOLAR (COLOMBIA)

19 agosto

FOLK STAGE

A-WA ( ISRAELE/YEMEN)

TERRAKOTA ( PORTOGALLO)

DJ PANKO ELETRORUMBAIAIO (SPAGNA)

20 agosto

AUDITORIUM

ORE 18:00 LIVE ANGELO DEBARRE  ( FRANCIA) meets MIRALDO VIDAL ingresso 10,00€ (evento Off)

FOLK STAGE

NOSENZO (ITALIA)

ADRIANO BONO E REGGAE CIRCUS (ITALIA)

PAT THOMAS (GHANA )

21 agosto

FOLK STAGE DAY

ORE 13: 00 LIVE CHICO TRUJILLO ( CILE)  ingresso libero

FOLK STAGE

FANFARRIA DEL CAPITAN ( ARGENTINA /SPAGNA)

FANFARA TIRANA meets TRANSGLOBAL UNDERGROUND (ALBANIA / UK)

DJ LUCA VAGA (ITALIA/ GERMANIA)

22 agosto

FOLK STAGE

DANIELE SILVESTRI (ITALIA)

LORD SASSAFRASS (SPAGNA)

– ingresso giornaliero dal 18 agosto al 21 agosto € 8,00
– ingresso il 22 agosto  daniele silvestri € 18,00 + dp
– abbonamento per tutto il festival € 35,00  (in omaggio una t-shirt AFF)

153 CONDIVISIONI
Gli 'Acrobati' di Daniele Silvestri primi in classifica, sul podio anche Ezio Bosso
Gli 'Acrobati' di Daniele Silvestri primi in classifica, sul podio anche Ezio Bosso
Cellamare Music Festival, un sogno Facebook diventato realtà
Cellamare Music Festival, un sogno Facebook diventato realtà
Wind Music Awards 2016: dal falso allarme bomba al forfait di Ariana Grande
Wind Music Awards 2016: dal falso allarme bomba al forfait di Ariana Grande
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni