Il brano che Anna Tatangelo porterà al prossimo Festival di Sanremo si chiama "Le nostre anime di notte" e fa parte del suo prossimo album, che uscirà il prossimo 8 febbraio – nella settimana sanremese, quindi – e si intitolerà "La fortuna sia con me". Dopo mesi d'attesa, quindi, la cantante ha comunicato maggiori informazioni riguardo il lavoro che seguirà "Libera", il suo ultimo album uscito nel 2015, e che parte lì dove era cominciata anche quell'avventura, ovvero dal palco dell'Ariston dove, in effetti, è partita tutta la carriera della cantante che, quindicenne, vinse tra i Giovani l'edizione del 2002 con la canzone "Doppiamente fragili".

Di cosa parla "Le nostre anime di notte"

Quella che porta al Festival è una canzone pop tradizionale – il titolo, ormai è chiaro, non ha nulla a che vedere col best seller di Kent Haruf -, un pezzo che siamo non ci sorprenderà vederle cucito addosso: scritto da Lorenzo Vizzini è presentato  come il racconto  di una notte rivelatrice: "La storia di una coppia che dopo tante incomprensioni e frasi non dette, per la prima volta si rivela completamente al buio della notte, e tutto diventa improvvisamente più chiaro. E così come è evidente che niente potrà tornare mai uguale a prima, è altrettanto evidente che, al di là di tutti gli errori commessi e delle direzioni che prenderà il futuro, sarà impossibile per entrambi perdersi veramente". Ascoltandolo sarà difficile non intrecciare questo racconto alla vita personale della cantante, compagna di Gigi D'Alessio a cui, dopo un periodo di rottura, si è riavvicinata.

I due singoli precedenti

Nei mesi scorsi la Tatangelo, che lavora a quest'album da oltre un anno, ormai, ha pubblicato due canzoni, il primo singolo della primavera scorsa, "Chiedere scusa", seguito qualche settimana fa dalla rilettura di "Ragazza di periferia" fatta da Achille Lauro e Boss Doms, due dei nomi di riferimento della trap italiana che ritroverà anche all'Ariston.