La band polacca Decapitated
in foto: La band polacca Decapitated

Tutti i membri della band metal polacca Decapitated ( Michal Lysejko, Waclaw J. Kieltyka, Rafal Piotrowski e Hubert Wiecek) sono stati arrestati dopo un concerto tenuto negli Stati Uniti con l'accusa di sequestro di persone, stando a quanto comunicato dalla Polizia della città di Spokane: "La Polizia di Spokane ha ricevuto una chiamata dalla vittima che ha raccontato che l'incidente è avvenuto dopo il concerto in città. Una pattuglia ha risposto alla chiamata e ha assistito la vittima e la richiesta è stata inoltrata all'Unità speciale per le vittime per maggiori indagini – si legge nella nota ufficiale pubblicata dalle Forze dell'Ordine -. In base alle informazioni sviluppate durante le indagini seguenti e con l'assistenza della Polizia di Los Angeles i quattro uomini sono stati presi in custodia con l'accusa di rapimento di primo grado mentre erano a Santa Ana, sono stati messi in prigione in attesa dell'estradizione a Spokane".

Non sono molte le informazioni a corredo della storia, se non che l'avvocato difensore, assunto per l'occasione, ha parlato di persone in grado di testimoniare che la ragazza che li ha denunciati sarebbe entrata di sua volontà nel backstage uscendone "in buone condizioni". Sempre stando all'avvocato i membri della band polacca avrebbero dato la piena disponibilità a collaborare con le autorità. I Decapitated sono in tour negli Stati Uniti e quella sera si erano esibiti assieme ai Thy Art is Murder al The Pin, per il tour con cui stanno promuovendo il loro ultimo album "Double Homicide". Stando a quanto dichiarato da un portavoce della Polizia, la vittima aveva probabilmente assistito al concerto prima del presunto sequestro da parte della band.

La band dovrebbe, in teoria, esibirsi ancora in Texas, New Mexico, Kansas, Illinois e Canada, mentre il concerto previsto domenica a El Paso è stato cancellato.