27 Aprile 2010
16:36

Kings Of Convenience: si aggiunge un’altra data al tour italiano

Si aggiunge la sesta data al tour italiano della band norvegese dei Kings Of Convenience.
A cura di Antonella

Erlend Øye e Eirik Glambek Bøe, i Kings Of Convenience, sono entrambi di Bergen e si sono conosciuti all’età di 11 anni durante una gara di geografia. Successivamente hanno messo su un gruppo chiamato Skog, che poi ha cambiato nome in Kings of Convenience. Nel 1998 hanno firmato un contratto con la casa discografia americana Kindercore e nel 2000 hanno pubblicato il loro primo album “Quiet Is the New Loud”.

Il secondo album esce nel 2004 “Riot on an Empty Street” ed  ottiene un successo maggiore rispetto al precedente “Quiet Is The New Loud” , infatti, da “Riot on an Empty Street” sono tratti i brani di maggior successo, quelli che hanno fatto conoscere la musica dei Kings Of Convenience in tutto il mondo, ovvero: “Misread” e “Rather Dance with You”, quest’ultimo accompagnato da un video divertentissimo.

L’ultimo lavoro della band risale al 2009 quando pubblicarono “Declaration of Dependence”. Nell’attesa di ascoltare un nuovo album è stata confermata un’altra data al loro tour estivo e così i loro live in Italia vanno ad ammontare a quota 6, ma ecco dove si esibirà la band:

23 luglio a Torino,

24 luglio a Ferrara,

27 luglio in Piazza dell'Unità a Tarvisio (UD, in occasione della quindicesima edizione del "No Border Music Festiva)

29 luglio a Roma,

30 luglio a Locorotondo (Bari)

1 agosto a Catania

I biglietti sono acquistabili su Ticketone e tutti i circuiti di prevendita autorizzata. Per maggio informazioni si possono visitare i siti dedicati alla band: www.kingsofconvenience.com, www.myspace.com/kingsofconvenience

Antonella Pitaniello

Kings-of-Convenience
I Kings of Leon rimangono con la Columbia
I Kings of Leon rimangono con la Columbia
I Kings Of Leon non si sciolgono
I Kings Of Leon non si sciolgono
Kasabian e Kings Of Leon al V Festival
Kasabian e Kings Of Leon al V Festival
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni