Tra i personaggi famosi che nelle scorse settimane hanno voluto supportare la famiglia di Isaac, bambino che oggi ha 3 anni e mezzo, nato prematuro a 25 settimane e per questo motivo con tanti problemi di salute (come una stenosi laringea e una paralisi delle corde vocali oltre a una tracheotomia fino a 3 anni). Nelle scorse settimane i genitori del bambino hanno cercato di portare la propria storia a quante più persone possibili, cercando di coinvolgere anche esponenti importanti del mondo dello Sport e dello Spettacolo, al punto che Francesco Silvestre, cantante dei Modà ha detto di esserne venuto a grazie alla pubblicità che ne ha fatto J-Ax, come ha scritto in un post in cui annuncia una bella notizia.

Nei giorni scorsi la mamma di Isaac aveva inviato un messaggio al cantante in cui gli spiegava che c'0era stato un problema con la ASL che aveva rifiutato l'operazione al figlio: "La ASL ha RIFIUTATO la nostra richiesta di sostegno per le cure all’estero di Isaac per il prossimo intervento in Aprile. A quanto riferiscono in Italia ci sono due centri che possono eseguire il suddetto intervento ma la realtà è che uno dei due centri da loro indicati sia il nostro ospedale, da cui per altro è partita la richiesta di cure all’estero quindi di per se un controsenso e l’altro ospedale si trova in un’altra regione e in ogni caso dovrebbe riprendere da zero il caso di Isaac per poter concretamente valutare il tutto, è un ospedale valido ma che non esegue questi specifici interventi come routine, al contrario del centro specializzato in Svizzera che è il centro di riferimento europeo e uno de centri d’eccellenza a livello mondiale per le problematiche del nostro piccolo eroe".

Insomma, la famiglia vorrebbe che il figlio si curasse a Losanna dove la condizione di Isaac è nota, anche perché l'Ospedale in cui curano il figlio ha consigliato di farlo fuori dal Paese, inoltre: "Isaac ha una situazione cardio-polmonare molto delicata, i suoi rischi anestesiologici e post-operatori sono altissimi e la terapia intensiva pediatrica dell’ospedale di Losanna ha un ‘esperienza decennale, ha le tecnologia più avanzate per trattare qualsiasi problematica e ha già salvato Isaac una volta". I soldi, poi, raccolti in passato stanno diminuendo, spiega la mamma, e l'aiuto dell'ASL sarebbe stato importante.

Oggi la svolta, come riporta anche il cantante che scrive: "Volevo informarvi, visto che vi ho reso partecipi, che l’Asl ha revisionato la richiesta per Isaac e questa volta ha accettato di sostenere il nostro piccolo guerriero! Grazie per aver fatto sentire anche le vostre voci, ora non ci resta che fare il tifo per lui. Un abbraccio da parte mia e di tutta la sua famiglia".