"John Frusciante è rientrato nel gruppo". Potrebbe essere un sequel apocrifo del famoso romanzo di Enrico Brizzi del 1994, invece è la realtà dei fatti. I Red Hot Chili Peppers salutano Josh Klinghoffer, chitarrista della band negli ultimi dieci anni, rimpiazzandolo con il secondo rientro dello storico chitarrista. Un annuncio che, ovviamente, ha creato il panico sui social network riaccendendo l'interesse intorno alla storica band di "Under the bridge" e "Californication".

Chi è John Frusciante

Nato a New York il 5 marzo del 1970, John Frusciante è stato membro attivo dei RHCP dal 1988 al 1992 e dal 1998 al 2009, firmando cinque album insieme al gruppo. È considerato come uno dei migliori chitarristi degli ultimi trent'anni ed è stato dichiarato dalla rivista Rolling Stone come uno dei tre Guitar Gods con John Mayer e Derek Trucks. Il suo rapporto con i Red Hot Chili Peppers è sempre stato travagliato. Il 7 maggio 1992, durante il tour di Blood Sugar Sex Magik in Giappone, John Frusciante lasciò il gruppo per motivi legati alla droga. A sostituirlo fu il chitarrista Dave Navarro. Rientrò nel 1998 incidendo uno dei successi commerciali più importanti della band, RHCP.  Il 16 dicembre 2009 lascia nuovamente la band per dedicarsi a progetti personali di sperimentazione, lontani dai pressanti ritmi del mainstream.

L'annuncio dei Red Hot Chili Peppers

Questo l'annuncio dei RHCP: "I Red Hot Chili Peppers annunciano la separazione dal chitarrista degli ultimi dieci anni, Josh Klinghoffer. Josh è un grande musicista che rispettiamo e amiamo. Gli siamo davvero grati per il tempo che abbiamo trascorso insieme e per i talenti che ha condiviso con noi. Annunciamo inoltre con grande entusiasmo che John Frusciante ritorna nel nostro gruppo".