"L'anima sta sotto i piedi, però ci ho camminato tanto" potrebbe già spiegare molto di "Piuma", il nuovo singolo di Alessandra Amoroso pubblicato nelle ultime ore e annunciato nei giorni precedenti sui social network. La cantante pugliese, dopo la collaborazione con Emma Marrone in "Pezzo di cuore", ha annunciato lo scorso 2 aprile l'uscita dei singoli "Piuma" e "Sorriso grande", con un post su Instagram che recitava: "Leggeri come una piuma, sul viso un sorriso grande". Una svolta rispetto al recente passato per Amoroso, che racconta nel brano "Piuma" il lavoro di analisi personale che ha compiuto nei mesi della pandemia, che l'hanno cambiata profondamente. Il brano è stato prodotto da Francesco “Katoo” Catitti, una presenza costante insieme a Dardust nelle ultime uscite della cantante salentina.

Il significato di Piuma

Un percorso difficile, come raccontato anche sulle pagine del Corriere della Sera, quello affrontato da Alessandra Amoroso negli ultimi mesi della sua vita. Una strada accidentata che aveva visto l'artista salentina perdersi nel buio e nella solitudine del periodo pandemico, un sentimento che ritroviamo sicuramente in "Piuma". Il brano racconta le insicurezze della cantante, che riesce a guardarsi dentro, e solo in questo modo è riuscita a trovare la strada per ascoltarsi. Già dai primi versi del brano, sembra chiaro il sentimento di soffocamento vissuto dalla cantante, ormai persa in un mondo che la costringe a correre, senza più riconoscersi: "L’anima sta sotto i piedi, però ci ho camminato tanto, adesso è meglio se ti siedi, parliamo un po’ così non scappo". L'orgoglio e la paura di perdere una persona, ma soprattutto se stessa, costringe la cantante salentina ad abbandonare quella strada, quella corsa che la stava allontanando: "Ti dirò addio a metà strada, senza guardarci più indietro, uno dei due se ne va". L'accettazione di sé stessi e dell'altra persona diventa parte dell'evoluzione di Alessandra Amoroso, e lo racconta con la tranquillità di chi ha sofferto ma ha messo una pietra sopra al passato: "Ti ho amato sì ma ormai, ormai, adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma". La stessa piuma diventa un simbolo, che oltre a mettere da parte il passato, diventa l'immagine di riscoperta di se stessi, permettendo ad Amoroso di concentrarsi sulla nuova versione di lei: "Sono così a fuoco adesso e quello che non ho detto, in fondo non è andato perso, e ora ti dimentico". Questo lasciarsi dietro le spalle il passato, non significa cancellarlo, ma vederlo in un'altra ottica, ringraziando per ciò che è stato e per tutto il tempo trascorso assieme: "Riconosco il tuo viso ancora, ma mi chiederò sempre, perché un’onda conosce la riva come tu la mia pelle".

Il testo di Piuma

L’anima sta sotto i piedi
però ci ho camminato tanto
adesso è meglio se ti siedi
parliamo un po’ così non scappo
quante inutili parole
sembrano torri d’avorio
cerco nelle mie paure
non ho mai detto che t’odio
ma la nostra storia è bruciata
io e te sempre fuori casa

Ti dirò addio a metà strada
senza guardarci più indietro
uno dei due se ne va

E adesso guardami guardami
quanto siamo stupidi stupidi
siamo meglio di così, scusami se ora ti dimentico

Riconosco il tuo viso ancora
ma mi chiederò sempre
perché un’onda conosce la riva come tu la mia pelle
e forse però non si impara mai ad essere felici no mai no mai
fammi un sorriso dicevo io
ti ho amato sì ma ormai, ormai
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
un po’ come facevi tu

Lascio i vestiti sul letto
che ormai non lo sistemo più
sai lo preferisco sfatto
e la nostra storia è cambiata
io e te un’altra vita
ognuno per la sua strada dirsi con una risata
che il bene non finirà

E adesso guardami guardami
quanto siamo stupidi stupidi
siamo meglio di così, scusami se ora ti dimentico

Riconosco il tuo viso ancora
ma mi chiederò sempre
perché un’onda conosce la riva come tu la mia pelle
e forse però non si impara mai ad essere felici no mai, no mai
fammi un sorriso dicevo io
ti ho amato sì ma ormai, ma ormai
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma

Non c’è niente da capire
provo a sfilare le spine
e l’aria come bollicine
sospesa
sono così a fuoco adesso e quello che non ho detto
in fondo non è andato perso
e ora ti dimentico

Riconosco il tuo viso ancora
ma mi chiederò sempre
perché un’onda conosce la riva come tu la mia pelle
e forse però non si impara mai ad essere felici no mai no mai
fammi un sorriso dicevo io
ti ho amato sì ma ormai, ma ormai
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma

Adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma
adesso sul tuo nome ho tatuato una piuma