Si chiama "Per le strade una canzone" il nuovo singolo tratto da "Vita ce n'è", e vede Eros Ramazzotti duettare con Luis Fonsi, uno dei fenomeni latini di questi ultimi anni, che con "Despacito" ha conquistato le classifiche mondiali, distruggendo anche qualche record. Il singolo è in radio da venerdì scorso ed è tratto, appunto, dall'ultimo lavoro del cantante romano che ha pubblicato l'album in 100 Paesi del mondo, debuttando al primo posto della classifica degli album in Italia, ma raggiungendo posizioni importanti anche in Austria, Svizzera, Belgio, Spagna e Germania, ovvero quei Paesi in cui Ramazzotti è molto forte e ha una fanbase molto importante.

Cosa significa Per le strade una canzone

Il singolo con Fonsi cerca di aprire anche altre strade, puntando forte su un mercato che negli ultimi anni è stato quello preferito dal pop italiano (chiedere a Laura Pausini, Marco Mengoni e Tiziano Ferro) e che comunque è uno dei bacini che da sempre è amato dal cantante. Il pezzo – scritto dallo stesso Ramazzotti con Federica Abbate, Cino e Cheope (con l’adattamento del testo a cura di Ignacio Maño Guillen) – è quello che ci si poteva aspettare da questa collaborazione, ovvero un uptempo, molto estivo, in realtà, che gioca con i ritmi latini e con un testo scanzonato che parla del viaggio assieme alla propria amata: "Solo con lei non importa pioggia o vento prenderemo quello che verrà (…) Senza preavviso o anticipo Senza destinazione Andremo per il mondo come va Per le strade una canzone (una canción)" cantano i due, che nel video girano per le strade di Miami alla guida di due Ford Taurus cabrio d’epoca dando un passaggio ad alcuni personaggi, compresa la coppia protagonista del video di "Vita ce n'è" che nel frattempo si è sposata.

Tutti i musicisti del tour di Eros Ramazzotti

Eros Ramazzotti, intanto, si prepara al tour mondiale che lo vedrà protagonista a partire dal prossimo 17 febbraio che lo vedrà sul palco accompagnato dal Direttore Musicale Luca Scarpa al piano, Giovanni Boscariol alle tastiere, Paolo Costa al basso, Giorgio Secco alla chitarra e le tre new entry internazionali Corey Sanchez (chitarre), Eric Moore (batteria) fenomeno dell’r’n’b e della musica gospel e Scott Paddock (sax), americano celebre per le sue influenze jazz che ha collaborato, tra gli altri, anche con artisti del calibro di Natalie Cole, Jackson Browne, Ray Charles e ai cori Monica Hill, Christian Lavoro e Giorgia Galassi.