Ylenia Lucisano, particolare della cover del prossimo album (ph Corrado Grilli Loputyn)
in foto: Ylenia Lucisano, particolare della cover del prossimo album (ph Corrado Grilli Loputyn)

Ylenia Lucisano sarà una delle poche donne che salirà sul palco del Concertone del Primo Maggio di Roma, portando per la prima volta il suo ultimo singolo "Non mi pento", primo estratto dal suo nuovo album "Punta da un chiodo in un campo di papaveri", prodotto da Taketo Gohara e distribuito da Universal Music Italia. che sarà pubblicato il prossimo 10 maggio. La Lucisano, calabrese di Rossano Calabro, è una delle più interessanti voci giovani della musica pop italiana e con questo nuovo lavoro cerca continuità con il suo album d'esordio "Piccolo Universo" del 2014. Il nuovo disco, inoltre, è dedicato a Francesco De Gregori, da sempre pigmalione ed estimatore di Ylenia, al punto che l’ha voluta proprio lui sul palco del Teatro Garbatella di Roma per aprire una data di “Off the record” lo scorso 22 marzo

Ylenia Lucisano al Primo Maggio di Roma

Fanpage.it vi mostra in anteprima il video di questo singolo che sarà cantato per la prima volta live sul palco del concerto che si terrà l'1 maggio in Piazza San Giovanni in Laterano a Roma: "È un'opportunità unica poter presentare il mio nuovo progetto artistico su un palco così prestigioso in onore di tutti i lavoratori– afferma Ylenia Lucisano in merito alla sua partecipazione al Concertone –Fare musica è un lavoro e credo fortemente che debba essere tutelato. Il premio di Doc Live casca a pennello perché la loro mission è proprio quella di valorizzare e tutelare chi fa un lavoro come il mio".

Di cosa parla Non mi pento

Della sua nuova canzone la Lucisano dice: "Evitiamo di commettere errori per non provare rimorsi. Ma il senso di colpa immobilizza i sensi, ci esclude ogni possibilità di evoluzione per poi farci pentire di esserci lasciati sfuggire la felicità". Oltre a "Non mi pento" l'album sarà composto da 11 canzoni: “A casa di nessuno”, “Canzoni e pane”, “Il destino delle cose inutili”, “Meraviglia”, “Mentre fuori sta piovendo”, “La sintesi”, “Lenzuola bianche”, “Non mi pento”, “Dormire mai”, ”Finta nostalgia”, “Ti sembra normale?”.

Il testo di Non mi pento

Guardo i piedi scalzi di una stella
Che ha bisogno di trovare un posto nel suo cielo
Conosce ogni sentiero di montagna
Senza leggere cartelli, fare confusione
Chi giudica non ha capito che la vita
È l’unica occasione per sbagliare
Chiedo di sapere quanto costa la speranza
Un passaporto per la dignità
Un soldo per la verginità
Non chiederò mai scusa
Per le promesse mai mantenute
Per i segreti mai custoditi
Non mi pento, non mi pento
Non chiederò mai scusa
Per averti disobbedito, disordinato, disorientato
Non mi pento, non mi pento
Di solito se scrivo poi cancello
Finché non trovo un senso di vana sazietà
Conosco fastidiose gallerie
Reduce da viaggi in treno che non scorderò
Il dono del perdono non mi appartiene
Figurati la pietà
Chiedo di sapere quanto costa la speranza
Un passaporto per l’aldilà
Un soldo per la felicità
Non chiederò mai scusa
Per le promesse mai mantenute
Per i segreti mai custoditi
Non mi pento non mi pento
Non chiederò mai scusa
Per averti disobbedito, disordinato, disorientato
Non mi pento, non mi pento

Musica: Ylenia Lucisano, Pasquale Defina

Testo: Ylenia Lucisano