Sono passati 50 anni da quando Lucio Battisti pubblicò il singolo Mi ritorni in mente, lato A del disco che conteneva anche 7 e 40. La prima pubblicazione, come singolo fu del 14 ottobre del 1969, quando un Lucio Battisti alle prime armi, discograficamente, avrebbe pian piano conquistato le classifiche e il paese intero, anche grazie al sodalizio con Mogol. Era uscito da poco il primo album omonimo, che conteneva quelli che sarebbero diventati singoli di successo, da "Un'avventura" a "29 settembre", passando per "Balla Linda", "Non è Francesca" e "Io vivrò (senza te)", tra le altre.

Il successo in classifica di Mi ritorni in mente

L'anno successivo, è il 1970, è la volta di "Emozioni", secondo album ufficiale del cantante di Poggio Bustone, un album che raccoglie i singoli usciti e anche due pezzi del precedente. "Fiori rosa, fiori di pesco", "Il tempo di morire", "Dieci ragazze", "Emozioni", "Anna" e ovviamente "Mi ritorni in mente", canzone che porterà Battisti a scalare le classifiche di vendita di quell'anno. Il pezzo, infatti, che tocca anche la numero 1, finisce all'undicesimo posto delle canzoni più ascoltate di quell'anno, mentre l'album finirà nella classifica dei più venduti del 1971 (era uscito il 15 dicembre del 1970), alle spalle sono di Charles Aznavour, Mina e della colonna sonora dell'"Anonimo Veneziano".

Cosa racconta Mi ritorni in mente

Il brano racconta una relazione finita, nelle parole di Mogol, che scrive di un uomo che ricorda la sua ex compagna come "un angelo caduto in volo", quello che ora è nei suoi sogni, in un incedere sognante. Il suo ritornargli in mente però viene squarciato dal ricordo in cui tutto finì. Il momento in cui il protagonista ha visto la fine della storia sul viso della ragazza che gli chiede chi è un altro uomo che era nel luogo in cui ballavano: "Quella sera, ballavi insieme a me e ti stringevi a me. All'improvviso, mi hai chiesto lui chi è, lui chi è "un sorriso e ho visto la mia fine sul tuo viso, il nostro amor dissolversi nel vento, ricordo, sono morto in un momento"

Il testo di Mi ritorni in mente

Mi ritorni in mente
Bella come sei
Forse ancor di più

Mi ritorni in mente
Dolce come mai
Come non sei tu

Un angelo caduto in volo
Questo tu ora sei
In tutti i sogni miei
Come ti vorrei
Come ti vorrei

Ma c'è qualcosa che non scordo
C'è qualcosa che non scordo
Che non scordo

Quella sera
Ballavi insieme a me
E ti stringevi a me
All'improvviso
Mi hai chiesto "lui chi è?"
"Lui chi è?"
Un sorriso
E ho visto la mia fine sul tuo viso
Il nostro amor dissolversi nel vento
Ricordo, sono morto in un momento

Mi ritorni in mente
Bella come sei
Forse ancor di più
Mi ritorni in mente
Dolce come mai
Come non sei tu

Un angelo caduto in volo
Questo tu ora sei
In tutti i sogni miei
Come ti vorrei
Come ti vorrei

Ma c'è qualcosa che non scordo
C'è qualcosa che non scordo
Che non scordo