Emma
in foto: Emma

"Un respiro complice, prendi fiato e scegli me" è l'inizio della nuova avventura musicale di Emma Marrone, la cantante pugliese che il 5 gennaio ha pubblicato "L'isola", il primo singolo estratto dal suo nuovo album "Essere qui", in uscita il prossimo 26 febbraio, a tre anni dalla pubblicazione di "Adesso". Emma ha scelto un pezzo che mescola il pop alla dance, con i synth in primo piano e un alto tasso di ballabilità, che lo rende un instant classic che il pubblico si ritroverà a cantare e ballare nei prossimi concerti della cantante. La collaborazione musicale di Gigi Canu e Marco Baroni dei Planet Funk poteva far immaginare quello che ci si poteva aspettare da un brano che prosegue comunque il percorso cominciato nell'album precedente, mentre Roberto Angelini ha scritto un testo che parla di viaggi e amore.

L'isola è un viaggio

"Un viaggio per cercare qualcosa o qualcuno o semplicemente se stessi. Trovare il coraggio di scegliere ciò che ci fa stare bene senza avere paura di andare lontano. Ci sarà sempre qualcuno che tornerà a prenderci!" ha scritto la cantante per presentare questo nuovo singolo che vede tra i musicisti artisti di valore come Paul Turner dei Jamiroquai al basso, Adriano Viterbini alla chitarra,  Enrico “Ninja” Matta dei Subsonica al basso e Luca Mattioni, che è anche il co-produttore del brano oltre che arrangiatore, ai synth, le tastiere e la programmazione. Dietro le quinte, ma neanche troppo, invece, ci sono l'ingegnere del suono Matt Howe, già in precedenza al fianco della cantante, oltre che tra i collaboratori di "The Miseducation of Lauryn Hill", uno degli album cardine degli anni 90, e Chris Gehringer, collaboratore, tra gli altri di Rihanna, Lady Gaga e Robin Thicke.

Che cos'è L'isola?

Ma che cos'è quest'isola di cui parla la cantante? Non sempre i testi sono semplici da decifrare, anzi, forse i più belli sono quelli in cui ci si può perdere un po', quelli che lasciano spazio a sottotesti, vari significati, un po' come quest'isola che probabilmente più che un luogo fisico è un luogo dell'anima: "Dicono che tornerà a prenderci, qualcuno tornerà" canta Emma, prima di un meno misterioso: "E tu mi guardavi ed io ti dicevo amore non aver paura troveremo un modo per andare Via di qua Via di qua, dall'isola".

Il video della canzone

Poche ore dopo la distribuzione del singolo è stato reso disponibile su Youtube anche il video della canzone diretto da Lukasz Pruchnik, sotto la direzione creativa di Paolo Stella ed Emma Marrone e quella esecutiva di Guja Quaranta. Come anticipato dalla stessa cantante con un breve trailer, nelle immagini si vede una Emma sorridente che cammina nelle strade di New York, tra skyline mozzafiato, la metro, in un loft o sui tetti della città americana.