Sabato 1 agosto è stato pubblicato il regolamento di Sanremo Giovani 2021. Tante le novità e istantanee le polemiche. Intanto, Amadeus ha ribadito il suo entusiasmo per essere al timone del Festival di Sanremo 2021 che profuma di ripartenza dopo il dramma dell'emergenza Coronavirus:

"Sarà l'edizione numero 70 più uno, un numero che ritorna. Mi piace svelare il regolamento di Sanremo Giovani proprio l'1 agosto. Prende così il via ufficialmente il Festival di Sanremo 2021, edizione della rinascita dopo il Coronavirus".

Sanremo Giovani 2021, come si svolgerà

Partiamo da un'importante novità. L'età dei partecipanti a Sanremo Giovani è stata abbassata a 33 anni. Verranno selezionati 20 cantanti che si sfideranno nel corso di un nuovo programma intitolato AmaSanremo, che si articolerà in cinque puntate in seconda serata in onda da giovedì 29 ottobre a giovedì 26 novembre. Attraverso le eliminazioni, si giungerà a una rosa di dieci cantanti che disputeranno la finale in onda giovedì 17 dicembre in prima serata su Rai1. Tra i dieci cantanti, solo sei arriveranno sul palco dell'Ariston. A loro si uniranno, i due artisti selezionati da Area Sanremo. Così avremo la rosa di 8 Nuove Proposte che parteciperanno al Festival di Sanremo 2021. Amadeus ha spiegato:

"Dal primo settembre al primo ottobre accetteremo le candidature per cercare una voce che resterà nel tempo. Ci saranno momenti unici e con numeri uno, ovviamente su Rai1. Uno, il numero perfetto".

Fimi contro la Rai

La Federazione dell'Industria Musicale Italiana non ha accolto la pubblicazione del regolamento con lo stesso entusiasmo di Amadeus. L'amministratore delegato di Fimi, Enzo Mazza, ha spiegato in una nota: "Ancora una volta la Rai manda il regolamento del Festival dopo aver ignorato le richieste di definire preventivamente la questione dei diritti e delle utilizzazioni dei contenuti del Festival". Quindi, ha concluso: "Siamo al primo di agosto e già le promesse dell'AD Salini di risolvere le criticità sono svanite nel nulla. Come avvio dell'edizione 2021 non c'è che dire, si comincia malissimo".