È ottobre, nove mesi dall'uscita di "Despacito", la canzone che ha portato il nome di Luis Fonsi in tutto il mondo e dato la spinta definitiva al reggaeton, che pure non se la passava male, e alla musica latina tutta. "La canzone dei record" è una delle espressioni più usate per parlare di quello che, in effetti, per una volta rispetta appieno l'appellativo assegnatole. Sì, perché da qualunque lato la si guardi e da qualsiasi latitudine, "Despacito" è un pezzo che ha cambiato alcune regole del gioco: nei mesi scorsi è diventata la canzone più ascoltata in streaming, ha permesso, dopo anni, a una canzone latina di raggiungere il primo posto della Top 100 la classifica americana dei singoli (nella versione con Justin Bieber), ha battuto tutti i record su Youtube, diventando la canzone più vista, mentre in Italia, tra le altre cose, è diventata la prima canzone ha raggiungere la certificazione "diamante" (raggiunta poco dopo da "Cheap Thrills" di Sia).

Il record dei 4 milioni a ottobre.

Oggi la canzone sta per sfondare [EDIT: ha sfondato] un altro record e i dati di crescita, almeno in streaming e su Youtube, continuano a essere impressionanti, come sottolinea anche Music Industry Blog, che si porta avanti di qualche giorno per parlare dei 4 milioni di visualizzazioni a cui sta arrivando il brano: "A gennaio, Despacito diventò la seconda canzone a raggiungere più velocemente il miliardo di visualizzazioni su YouTube, mettendoci solo 97 giorni. Oggi corre per i 4 milioni".

L'esplosione dei numeri Youtube.

I numeri di Youtube stanno esplodendo in questi ultimi anni, sia per un aumento del numero degli utenti (un miliardo e mezzo quelli attivi, risposta sempre il sito) che per un'attenzione maggiore alle tecniche di engagement. Un'evoluzione che si vede da anni e che ha portato a far sì che il miliardo, benché non ancora una consuetudine, stia pian piano diventando un obiettivo non irraggiungibile, almeno per i top player del mercato discografico.

I numeri estivi di Despacito.

via Music Industry Blogin foto: via Music Industry Blog

Tornando al caso singolo, MIB ha messo in fila un po' di dati, spiegando che nel solo mese di luglio la canzone abbia aggiunto un milione di views, sfruttando anche il periodo estivo, molto favorevole alle canzoni-tormentone, aggiungendone 600 mila ad agosto e altre 300 mila a settembre. Nel momento in cui scriviamo, la canzone è a 3.936.288.398 di visualizzazioni a cui non vanno aggiunte, ovviamente, le oltre 500 milioni della versione audio, remixata con Justin Bieber.

La spinta dei Paesi latini.

Insomma, Youtube sta rivedendo alla crescita i numeri annuali, spinto molto, anche dai numeri che vengono dai paesi Latini e dal loro suono, come spiegava Billboard qualche mese fa. E "Despacito" sta giocando la sua partita, una partita che lo porterà ancora una volta ad abbattere un record e forse, dopo il "Gangnam Style" a fare da pista di lancio per un'idea nuova dei numeri potenziali su Youtube.