Il rapper americano di 21 anni Bankroll Gambino è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre girava un videoclip musicale a Philadelphia. Il cantante sarebbe stato ucciso con un colpo alla testa, mentre si trovava con altre dieci persone, cinque delle quali sarebbero, invece, state ferite: "Stavano girando un video rap quando qualcuno, un paio di persone, sono arrivate e hanno sparato una o più persone – ha detto il Commissario della Polizia della città -. Erano ragazzi giovanissimi. Sfortunatamente è quello che vediamo succedere continuamente, ma, lo sapete, speriamo che qualcuno si faccia avanti per testimoniare, perché questi sono incidenti in cui ci preoccupiamo molto delle ritorsioni".

Cinque persone ferite

Alcuni testimoni sul posto hanno dichiarato che all'inizio pensavano che si trattasse della televisione: "Una volta che sono corsi tutti quanti in cucina e non hanno più sentito sparare, sono andati a controllare quello che era successo e hanno visto. Quando hanno dato uno sguardo fuori tutto quello che abbiamo sentito era mia zia che gridava". Per adesso non vi sono ancora sospetti per l'omicidio, ma pare che chi ha sparato sia poi fuggito su un veicolo nero. Le cinque persone colpite sono state trasportate in ospedale e una di loro è in condizioni critiche, riporta la CNN: la zona in cui sono state colpite è nota per essere un'area violenta, stando a quanto ha dichiarato il capo della squadra omicidi della città.

La macchina del rapper colpita in mattinata

Benché il caso sia ancora tutto da chiarire, pare che poche ore prima della sparatoria la macchina del rapper fosse stata colpita da colpi d'arma da fuoco, come hanno potuto verificare i poliziotti quando sono arrivati sulla scena del crimine, potrebbe quindi essere la continuazione di qualcosa avvenuto prima. Sul corpo del rapper, inoltre, pare sia stata trovata anche un'arma, che si è saputo essere stata rubata nel 2013.