Tekashi 6ix9ine (Getty Images)
in foto: Tekashi 6ix9ine (Getty Images)

Tekashi 6ix9ine, una delle stelle della trap americana è nei guai seri e rischia una condanna che va da minimo 25 anni di prigione all'ergastolo, come ha scritto anche TMZ che sta seguendo il processo contro Daniel Hernandez, vero nome del cantante. Lui e due suoi assistenti, infatti, sono stati arrestati sabato sera con sei capi di imputazione, tra cui associazione a delinquere (racketeering) e sparatoria, come confermato anche a Billboard: il cantante, tra le altre cose, avrebbe sparato mentre si stava commettendo un crimine, stando a quanto riportato sempre da TMZ che ha letto le carte dell'iscrizione nel registro degli indagati. Stando all'accusa, gli atti di violenza perpetrati da Hernandez sarebbero stati compiuti per difendere gli affari di droga della sua gang contro una rivale, portandoli a commettere sparatorie, spaccio e rapina. Il rapper è stato anche accusato, assieme all'ex manager, di aver preso parte a una rapina avvenuta lo scorso 3 aprile e assieme ad altre persone di spaccio di sostanze stupefacenti come eroina, MDMA e marijuana a New York

Negata la libertà su cauzione

L'avvocato del rapper ha chiesto il rilascio su cauzione, a condizione che il suo assistito fosse tolto il passaporto (così da non poter espatriare), pagare un milione e stare agli arresti domiciliari, ma il giudice ha negato la cauzione optando per la detenzione e spiegando che Hernandez potrebbe essere ancora un pericolo per la comunità anche se le condizioni fossero rispettate. Le accuse nei suoi confronti sono il frutto di cinque anni di inchiesta, scrive Rolling Stone, ma il suo legale ha affermato che l'affiliazione del cantante alla gang sia recente, un anno più o meno. Per quanto riguarda l'accusa di rapina dello scorso aprile l'accusa dice che il rapper aspettava in auto mentre quattro dei suoi avrebbero rapinato la gang rivale; quando la sua casa fu perquisita, lo scorso settembre, la Polizia trovò del materiale rubato quel giorno d'aprile e il cantante fu anche accusato per il possesso di un AR-15 e il coinvolgimento in altre due sparatorie.

Il concerto di gennaio in Italia

Dopo aver cancellato all'ultimo secondo un concerto previsto lo scorso settembre, quando avrebbe dovuto intervenire in una serata che vide Sfera protagonista, il cantante era atteso in Italia per il prossimo 19 gennaio quando avrebbe dovuto cantare al Gran Teatro Geox di Padova.