Avicii (Getty Images)
in foto: Avicii (Getty Images)

Il dj svedese Avicii ha annunciato sui social e sul suo blog che si ritira dalle scene. Nel 2014 quello che in questi anni è stato uno dei top dj al mondo fu costretto a fermarsi per problemi di salute dovuti all'enorme stress a cui era sottoposto e a due anni da quello stop ha annunciato, con una lunga lettera ai fan la voglia di ritirarsi. con un messaggio di addio che non tralascia nessuno tra i suoi amici e collaboratori e soprattutto i fan, a cui Tim Bergling, vero nome dell'artista, lascia un numero di telefono per chiunque volesse mandargli dei messaggi. Prima una pancreatite, poi un'operazione alla cistifellea, condite da un tour in giro per il mondo che non riusciva a fermare lo debilitarono al punto da farlo collassare e spiegare, in un'intervista a Billboard che ‘Sono stato male (…) Avrei dovuto fermarmi per un mese, ma non fu un vero mese di stop. Ero in studio 12 ore al giorno e dopo sono tornato in tour. È difficile dire no all'industria' spiegò, dando priorità all'album a cui stava lavorando. Ma oggi, a due anni da quell'operazione Avicii si ferma.

I ringraziamenti prima dell'annuncio

Nel messaggio parte dai ringraziamenti:

‘Grazie per aver permesso che i miei sogni si realizzassero. sarò grato per sempre per aver potuto vivere tutto questo e ottenere tutto quello che ho grazie all'aiuto del mio amatissimo team e dei miei fan. Grazie a tutti i miei compagni dell'industria per aver costruito un nuovo movimento che ha avuto un successo incredibile in cui sono stato abbastanza fortunato da ritrovarmici nel mezzo'

I ringraziamenti continuano per un po', crew, colleghi, amici, e coloro che lo hanno aiutato a maturare sia come persona che come musicista:

Il mio percorso è stato pieno di successi ma non sono mancati i tonfi. Sono diventato adulto mentre crescevo come artista, ho imparato a conoscermi meglio e realizzare che ci sono molte cose che voglio fare nella mia vita. Ho vari interessi in diverse aree ma c'è così poco tempo per esplorarle. Due settimane fa, mi sono preso un po' di tempo per guidare attraverso gli Usa con i miei amici e il mio team, solo per vedere e pensare alle cose in modo differente. E questo mi ha aiutato veramente a capire che ho bisogno di fare un cambiamento con cui sto combattendo da un po' di tempo.

Potrei tornare, ma non a breve

E il cambiamento è il bisogno di abbandonare la scena per un po' per dare più attenzione alla vita della persona che si cela dietro l'artista, ma questa cosa non significherà abbandonare del tutto la musica: ‘Continuerò a parlare con i miei fan, ma ho deciso che questo 2016 sarà il mio ultimo anno in tour e saranno i miei ultimi concerti (…). Una parte di me dice che non si può mai dire mai e che potrei tornare… ma non sarà immediato.