I Thirty Seconds To Mars
in foto: I Thirty Seconds To Mars

A quattro anni da "Love, Lust, Faith and Dreams" quarto album dei Thirty Secoconds to Mars, la rock band americana capitanata da Jared Leto torna con un nuovo singolo che anticipa l'uscita del nuovo album. Oggi, infatti, dopo un lungo silenzio e un tour estivo che li ha portati a girare il Nord America, è stato pubblicato il video di "Walk on the Water", singolo che, appunto, anticipa l'uscita del nuovo lavoro della band, di cui, per ora non si hanno ancora tante notizie, anche se ha scatenato i commenti dei fan e sicuramente dà l'idea di un cambiamento del suono che li ha caratterizzati fino a questo momento. Era stato proprio il cantante a fare intendere, tramite il suo canale Instagram, che sarebbe arrivata presto nuova musica.

Il lyric video con immagini dei fan

Il brano è accompagnato da un lyric video che mostra il testo della canzone accompagnato da immagini che la band spiega essere state girate tutte il 4 luglio (giorno dell'Indipendenza) del 2017: "Oltre 10 mila persone hanno inviato un filmato di un giorno singolo, incluse 92 persone del nostro gruppo. Hanno filmato in tutti i 50 Stati, compresi Porto Rico e D.C., catturando un ritratto di questo Paese che è assolutamente stupendo, impegnativo e indimenticabile. ne vedete una piccola selezione qua, mentre il resto farà parte di un documentario (diretto da Jared Leto) che sarà un pezzo del nostro prossimo album. L'album. Il film. Il tour. A presto".

Il pubblico diviso

WALK ON WATER è una canzone per tutti noi. È una canzone sulla libertà, sulla sopravvivenza, sul cambiamento e sul combattere per quello in cui si crede. È un brano pieno di ottimismo e speranza, qualcosa che fa parte profondamente del sogno Americano” ha raccontato Jared Leto. Eppure non ha convinto del tutto alcuni fan che hanno imputato alla band l'abbandono (parziale) delle chitarre e una svolta troppo pop (e/o mainstream, a seconda), scatenando un dibattito nei commenti al video su Youtube. A chi contesta una strizzata d'occhio alle radio, però, rispondono quelli che parlano di una normale evoluzione da parte della band, di crescita fisiologica e di ottima canzone.