Martedì 17 settembre è arrivata all'improvviso la notizia dell'intenzione dei ‘TheGiornalisti‘ di sciogliersi. A dare l'annuncio è stato il frontman Tommaso Paradiso. La decisione del cantante di intraprendere un percorso diverso rispetto a Marco Primavera e a Marco Antonio ‘Rissa' Musella non sembra avere tinte pacifiche. Poco dopo la notizia della fine del percorso musicale dei ‘TheGiornalisti', infatti, Musella è intervenuto per precisare che al contrario la band andrà avanti, semplicemente senza Tommaso Paradiso. In queste ore, un altro tassello si è aggiunto alla vicenda.

Lo sfogo di Marco Antonio Musella

La notizia che l'esperienza dei ‘TheGiornalisti' è giunta al capolinea ha sconvolto i fan. In tantissimi avrebbero voluto dire la loro, recandosi sulla pagina Instagram ufficiale della band. Purtroppo, però, è stata limitata la possibilità di lasciare commenti sotto ai post. Marco Antonio Musella è intervenuto per spiegare che lui e Primavera non possono più accedere all'account:

"In molti segnalate che non riuscite a commentare la pagina Instagram dei ‘TheGiornalisti'. Non è nostra intenzione togliervi il diritto di parola e di opinione. Purtroppo, come nella story precedente, sono costretto a scrivere dal mio profilo privato che ci hanno tolto le password e né io, né Marco (Primavera, ndr) possiamo entrare e sbloccare i commenti. Mi dispiace ragazzi".

L'annuncio di Tommaso Paradiso e la replica di Musella

Nella tarda serata di ieri, Tommaso Paradiso ha fatto sapere che seppure a malincuore, ha deciso di mettere fine all'esperienza con i ‘TheGiornalisti'. Dopo aver annunciato che la band si sarebbe sciolta, ha anche precisato di aver "scritto e cantato" ogni parola delle canzoni che i fan tanto amano, quindi avrebbe continuato a eseguirle da solista:

"Tra qualche giorno uscirà una nuova canzone. Non uscirà come TheGiornalisti ma uscirà come Tommaso Paradiso. D’ora in poi tutto ciò che scriverò e canterò non sarà più TheGiornalisti, ma sarà Tommaso Paradiso. È giusto che sia così. È stata una fantastica avventura che ci ha portato fino al Circo Massimo. Ma sapete meglio di me, o come me, che le storie nella maggior parte dei casi non sono eterne. È inutile che vi stia a raccontare le dinamiche per le quali si è arrivati a questa conclusione. I problemi ce li teniamo per noi. A voi deve rimanere tutto l'amore che in questi anni abbiamo condiviso insieme. Ovviamente ci saranno polemiche, sono pronto a leggere e a sentire qualsiasi cosa. Si faranno congetture e si diranno inesattezze, è inevitabile. Ma d'altronde chiunque ha diritto di esprimere la propria opinione anche se non conosce la materia trattata. Ho scritto e cantato ogni singola nota e ogni singola parola di tutto ciò che fino ad oggi avete ascoltato. Continuerò a farlo, continuerò a farlo come Tommaso Paradiso. Sono stati, questi ultimi, mesi molto difficili; sono stato in silenzio. Volevo che il Circo Massimo fosse una grande festa e non un funerale. Ripeto, credo che non sia nobile spiegarvi il come ed il perché di tutto questo. Se un giorno sarò dagli eventi costretto a dare spiegazioni lo farò. Per ora vi basti solo sapere che sono stato male".

La replica di Marco Rissa non si è fatta attendere e ha evidenziato le divergente all'interno della band: "Avrei voluto passare una serata tranquilla, ma mi trovo costretto a rispondere che la decisione di un componente non può vincolare gli altri due. I TheGiornalisti continueranno! Chi decide autonomamente di andar via, può andare a cercare di guadagnare più soldi da solo". Non resta che attendere i prossimi giorni per scoprire se avranno trovato un punto d'incontro.