6 Ottobre 2014
16:50

I The XX accusano Hugo Boss di avergli copiato “Intro” per una pubblicità

La Young Turks, etichetta inglese dei The XX ha accusato, via Twitter, la Hugo Boss di aver copiato (e male) un pezzo della sua band per una pubblicità di un paio di occhiali.

"Hugo Boss, come marchio costruito attorno a un design originale, non è strano che tu abbia pagato per un fake mascherato così male?". Non le manda a dire la Young Turks, etichetta dei The XX, band inglese che ha raccolto molti consensi con il loro esordio "XX" del 2009, da cui estrassero, che si apriva con "Intro". Ecco, ed è proprio la canzone che dava il la all'album il pomo della discordia. L'etichetta inglese, infatti, si è accorta (con qualche mese di ritardo) che la musica usata dalla Hugo Boss nella pubblicità di una linea di occhiali assomigliava incredibilmente a quella canzone. E in effetti le somiglianze ci sono tutte. Così hanno voluto farlo notare, senza grossi eufemismi, su Twitter, indirizzando parole di fuoco all'azienda che per il momento pare non abbia risposto (almeno sui social).

Per rafforzare la propria convinzione l'etichetta ha anche retwittato il parere di alcuni fan che sostengono la similitudine tra le due canzoni, come melodia, bpm, etc, come si legge nei tweet qua sotto.

Se non avete visto la pubblicità o non conoscete la canzone potete farvi un'idea guardando i due video qua sotto. Non si hanno notizie riguardo un'eventuale ricorso agli avvocati da parte dell'etichetta come riporta Consequence Of Sound che ha provato a contattare direttamente l'etichetta. Proprio qualche tempo fa un altro artista della Young Turks, Sohn, aveva accusato l'Audi di avergli copiato un brano.

http://www.youtube.com/watch?v=PnHCKXe6ttU
Teodoli:
Teodoli: "L'Isola dei Famosi fuori dalla Rai? Un peccato, era un bel prodotto"
Tatuami - Claudia Megrè (Video ufficiale)
Tatuami - Claudia Megrè (Video ufficiale)
30.530 di Spettacolo Fanpage
Suor Cristina è pronta a conquistare il mondo con un album di cover
Suor Cristina è pronta a conquistare il mondo con un album di cover
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni