Sono rigorosissimi i One Direction, sia nel pagare le tasse che nel far uscire un album all'anno, da ormai 5 anni. Venerdì, infatti, uscirà ‘Made In The A.M.', nuovo album della band, che arriva dopo che ‘Four', il quarto ha conquistato, l'anno scorso, le classifiche di mezzo mondo, risultando uno dei più venduti in assoluto. Quando si parla di loro, ovviamente, il termine ‘atteso' è sempre uno dei più citati, ma questa volta il nuovo lavoro è accompagnato veramente da un'attesa incredibile, anche perché è il primo che li vede in formazione ridotta, dopo l'abbandono di Zayn Malik, che nel bel mezzo del tour decise di mollare tutto. È molto atteso anche perché c'è anche chi sostiene che potrebbe essere l'ultimo album dei 1D, benché loro abbiano più volte smentito le voci (ma fu smentito anche che Zayn sarebbe andato via). Di certo è che difficilmente non vedremo ‘Made In The A.M.‘ in testa alle classifiche.

Un maggior coinvolgimento creativo della band

Cosa dobbiamo aspettarci lo si è visto già con ‘Drag Me Down', primo singolo estratto e volato in testa alle classifiche iTunes di quasi 100 paesi, con un video da quasi 200 milioni di visualizzazioni, seguito dagli altri due, ‘Perfect', scritta da Harry Styles e Louis Tomlinson (insieme a Bunetta, Shatkin, Jacob Kasher, John Ryan e Maureen Anne McDonald) e ‘Infinity' scritta dal team che ha creato anche ‘Story Of My Life'. L'album poi ha visto anche un maggiore apporto creativo da parte della band, come spiega Harry Styles

Realizzare questo album è per noi una grande emozione, è sicuramente il disco di cui siamo più orgogliosi, poiché siamo sempre più coinvolti nel processo creativo. Non abbiamo scritto molto in passato, per cui entrare in una stanza e uscirne ore dopo con una canzone e vederla far parte di un disco è davvero emozionante.

Le tre versioni: standard, deluxe e fan edition

L'album sarà disponibile in tre versioni: standard (13 canzoni e libretto di 12 pagine con foto e testi), deluxe (17 brani e booklet con 24 pagine, e un’imperdibile ultimate fan edition (uno speciale box che contiene in più 4 cartoline firmate da Harry, Louis,Liam e Niall e un bracciale dei One Direction).

I One Direction e le tasse

Rigorosissimi nelle tasse, scrivevamo, perché in queste ore sta facendo molto discutere un report, pubblicato da Music Business Worldwide, che vede i One Direction come uno dei maggiori contribuenti del Regno Unito, anche più del colosso americano Facebook. La società ‘1D Media' costituita anche dai 5 ragazzi (compreso Malik), a fronte di incassi da 105 milioni di euro e profitti per 50 milioni hanno pagato 15 milioni al fisco.