Avevano annunciato che sarebbe arrivato qualcosa di nuovo, di diverso: qualcosa che avrebbe potuto elevare o distruggere gli Imagine Dragons, dopo la pubblicazione nel 2018 di "Origins", deluxe del disco "Evolve" pubblicato nel 2017. Questo cambiamento è avvenuto, come ha confermato anche il frontman Dan Reynolds, che per il nuovo progetto in uscita nei prossimi mesi ha cambiato radicalmente il modo di lavorare a un album, anche grazie a due aiuti particolari: la presenza del leggendario produttore dei Beastie Boys Rick Rubin, ma anche un rapporto con l'ayahuasca, una sostanza psichedelica che ha influenzato molto il nativo di Las Vegas. Il risultato, per adesso, è la pubblicazione dei due singoli "Follow you" e "Cutthroat", che sembrano dare una dimensione più personale alla musica della band di "Thunder".

Dall'ayahuasca alla presenza di Rick Rubin

Il primo punto di contatto per la produzione di nuova musica da parte degli Imagine Dragons sembra avere un nome e un cognome: Rick Rubin, leggendario produttore dei Beastie Boys, ma anche di Kanye West e in Italia ha lavorato all'album "Oh, vita!" di Jovanotti. Come raccontato dal frontman della band Dan Reynolds, il cambiamento degli Imagine Dragons, anche sul modo di approcciare alla musica e ai testi, sembra essere dipeso dalla presenza del produttore, come si può anche notare dai due singoli pubblicati negli scorsi giorni, i primi estratti dal prossimo disco: "Follow you" e "Cutthroat". Il cantante ha raccontato che dopo aver subito una grave crisi depressiva, che aveva coinvolto anche il suo rapporto matrimoniale, ciò aveva influito sulla veridicità della propria musica, delle proprie sensazioni nella scrittura e nella composizione. Qualcosa che sembra essere radicalmente cambiato, attraverso due esperienze: se quella matrimoniale è stata influenzata dal consumo responsabile di ayahuasca con la propria consorte, in grado di far riscoprire le parti più nascoste della propria persona, a livello musicale, la riscoperta della realtà attraverso la guida di Rubin e l'esperienza traumatica del Covid e della depressione, sembrano aver fatto il resto.

Follow you e Cuttroath

Proprio da questo punto sono ripartiti i lavori degli Imagine Dragons, che hanno lavorato molto su aspetti poco toccati precedentemente nella propria musica: si può osservare dai due singoli pubblicati negli scorsi giorni: "Follow you" e "Cutthroat". Se per il primo brano sorprendono i due modi diversi di osservare una storia d'amore, dimostrata in maniera veritiera anche nell'ironico video ufficiale pubblicato su Youtube, con il cameo degli attori protagonisti della sitcom statunitense "It's Always Sunny in Philadelphia", "Cutthroath" sembra spingere in una direzione più violenta, più disinibita della band. Il brano, come ha raccontato Reynolds, racconta del lato depresso del cantante, che non aveva mai accennato la cosa in maniera così precisa e descrittiva, nei singoli in passato. Una scena così autentica, che non sembra appartenere al repertorio della band di Las Vegas, tra accenni alla serotonina e alle incomprensioni avute in passato con il pubblico, con le persone più care. Una vera e propria fiamma nel buio, che indica il cambio di passo fatto dalla band, ma anche un modo per il frontman Dan Reynolds per tagliare alcuni atteggiamenti del passato, l'autocommiserazione che l'aveva allontanato così tanto dalla realtà e dalle persone che amava. In attesa di un album, mai così diverso e forse mai così atteso.