285 CONDIVISIONI
7 Agosto 2015
14:49

I Negramaro presentano ‘Attenta’, ballad che racconta la forza dirompente di un bacio

I Negramaro hanno presentato oggi il loro nuovo singolo ‘Attenta’, una ballad che parla d’amore e che anticipa, dopo ‘Sei tu la mia città’, il nuovo album ‘La rivoluzione sta arrivando’.
285 CONDIVISIONI

Hanno scelto agosto, i Negramaro, per far uscire il secondo singolo estratto dal loro prossimo cd ‘La rivoluzione sta arrivando‘ (pubblicato, come sempre, dalla Sugar) che uscirà il prossimo 25 settembre. Dopo l'uscita improvvisa di ‘Sei tu la mia città‘, infatti, la band ha reso disponibile in tutti gli store digitali e sulle piattaforme streaming ‘Attenta', scelto come il brano che accompagnerà i fan in questa estate inoltrata. È andata un po' controtendenza la band guidata da Giuliano Sangiorgi, che ha puntato su un pezzo che non vi farà ballare sulle piste, ma è più adatta ai momenti romantici delle vostre vacanze. È una ballad scritta dallo stesso Sangiorgi, che mette il suo marchio di fabbrica su un pezzo che sentiremo girare molto nelle prossime settimane.

‘Attenta', una ballad da cantare a squarciagola

Qualche giorno fa la band ha descritto, sul proprio Facebook, la canzone come ‘una ballad che racconta l'amore, partendo da un bacio e dalla sua forza dirompente…", postandone anche il testo completo. ‘Attenta' pare pensata per essere cantata a squarciagola nei loro live – un cosiddetto instant classic della band -, e racconta ‘di un bacio tra due amanti come fosse la scena di un thriller', un momento da cui non si può tornare indietro (‘se tutto è bellissimo / se è come un miracolo / se anche il pavimento sembra / sabbia contro un cielo / che si innalza altissimo / intorno a noi è bellissimo'). Mentre in ‘Sei tu la mia città' i Negramaro antropomorfizzavano la città, questa volta Sangiorgi non lascia scampo e gioca su un crinale ben noto ai suoi fan, che ritrovano qui l'essenza stessa della band.

In attesa de ‘La rivoluzione sta arrivando'

Ne ha fatta di strada la band salentina che si è affermata, in questi ultimi anni, come una delle poche band da stadio che l'Italia può permettersi. Partendo dai piccoli club e dal mondo underground pian piano e a colpi di hit la band di Sangiorgi ha conquistato cuori e posizioni in classifica, senza però farsi prendere da ansie particolari. ‘La rivoluzione sta arrivando', infatti, oltre che a promettere tanto, visto anche il nome, arriva a 5 anni di distanza dal loro ultimo album ‘Casa 69', un tempo discograficamente lunghissimo. Eppure si sono presi tutto il tempo che credevano giusto – placando l'attesa col best ‘Una storia semplice' e alcune collaborazioni cinematografiche -, e regalando in questi ultimi mesi anche qualche cover omaggio, come quelle per Franco Califano e Amy Winehouse.

Il tour nei Palazzetti

Tempo un mese e mezzo dall'uscita dell'album e la band si metterà anche in viaggio, per portare ‘La rivoluzione sta arrivando' nei palazzetti italiani: il 6 novembre saranno a Firenze (Mandela Forum), il 10 a Bologna (Unipol Arena), il 12 a Padova (Palafabris), il 15 ad Ancona (Palarossini), il 18 novembre a Perugia (Palaevangelisti), il 21 a Bari (Palaflorio), il 26 a Roma (Palalottomatica), il 2 dicembre ad Acireale (Palasport), il 5 ad Eboli (Palasele), l'8 a Caserta (Palamaggiò), il 14 a Milano (Mediolanum Forum), il 18 a Torino (Pala Alpitour), il 22 a Montichiari (Palageorge).

Il testo completo di ‘Attenta'

Stai attenta
ha avuto tutto inizio in questa stanza
non perdere di vista neanche l'ombra
e fermati un momento a quel che sembra
a volte è tutto quello che è abbastanza

non chiederti se qui qualcosa è persa
tra quello che uno vede e che uno pensa
stai attenta, stai attenta almeno a te

attenta, stai attenta
che mi uccidi in questa stanza
e un bacio non conosce l'innocenza
e sei colpevole di questa notte lenta
proprio come me non hai pazienza

Ricordati degli angoli di bocca
son l'ultimo regalo in cui ti ho persa
stai attenta, stai attenta almeno a te
non dar la colpa a me
la colpa a me

se tutto è bellissimo
se è come un miracolo
se anche il pavimento sembra
sabbia contro un cielo
che si innalza altissimo
intorno a noi è bellissimo
attenta…

stai attenta
attenta che si muove questa stanza
se chiudi gli occhi un treno è già in partenza
un passeggero perde sai con poco la pazienza
come me che resto senza

il cuore l'ho copiato ad una stronza
non fare caso a quest'impertinenza
stai attenta, stai attenta almeno a te
non dar la colpa a me, la colpa a me

se tutto è bellissimo
se è come un miracolo
se anche il pavimento sembra
sabbia contro un cielo
che s'innalza altissimo
intorno a noi è bellissimo
attenta
stai attenta… attenta…
attenta… è bellissimo

è bellissimo

E m'innalzo altissimo
intorno a noi è bellissimo
attenta, attenta che mi uccidi in questa stanza
il cuore l'ho rubato ad una stronza
non farci caso almeno proprio te
non dar la colpa a me
la colpa a me

se tutto è bellissimo
se è ancora un miracolo
se anche il pavimento sembra
sabbia contro un cielo
che s'innalza altissimo
intorno a noi è bellissimo
attenta…

285 CONDIVISIONI
“Franny”, Richard Gere filantropo con segreti inconfessabili
“Franny”, Richard Gere filantropo con segreti inconfessabili
Franny - Il trailer italiano HD
Franny - Il trailer italiano HD
387 di CineMust
Massimo Boldi:
Massimo Boldi: "Nel prossimo film faccio coppia con Gabriel Garko"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni