Con "Frida (mai mai mai) i The Kolors sono stati una ventata di freschezza nell'ultima edizione del Festival di Sanremo vinta dalla coppia Meta/Moro. Una canzone, la prima scritta e cantata completamente in italiano per la band vincitrice di Amici, che è stata anche una delle preferite dalle radio, grazie anche a quell'hook entrato in ritardo nel titolo e a una bella performance live. Ieri la Baraonda, etichetta di Lorenzo Suraci (capo di Rtl 102.5), ha comunicato il passaggio della band alla Universal, confermando una promozione per la band capitanata da Stash Fiordispino che pubblicherà il prossimo album con una major.

Probabilmente arriva anche da qui la scelta di non pubblicare un album a corredo del Festival, scegliendo di puntare solo sul singolo e chissà se il successo della svolta italiana della band, che ha trovato il successo con "Everytime", non dia indicazioni più precise su quelli che saranno i passi futuri del gruppo: "È dal 2015 che provo a buttare giù cose in italiano. Sappiamo che potrebbe essere un inizio, però non abbiamo lavorato in funzione di un inizio" dichiararono a Fanpage.it pochi giorni prima dell'esibizione sul palco dell'Ariston. Ieri dai social di Baraonda è stata postata una foto che vedeva assieme Suraci, Stash e il Presidente di Universal Music Italia Alessandro Massara.

È stato proprio il Presidente  di Rtl 102.5 e Amministratore di Baraonda Edizioni Musicali a voler esprimere la sua soddisfazione per aver permesso la crescita della band e il passaggio alla major: "Dopo più di trent'anni di esperienza come editore radiofonico (RTL 102.5, Radio Zeta e Radio Freccia) e dopo aver contributo con la mia squadra ad una nuova ‘primavera' del mercato discografico scoprendo e lanciando artisti e gruppi che sono entrati a pieno titolo nel pantheon della musica leggera italiana del momento. Sono orgoglioso di restituire alla discografia, e in particolar modo alla Universal Music, un successo commerciale come i The Kolors".

Suraci, poi, ha anche voluto sottolineare qual è la sua idea da discografico: "La mia missione è quella di amplificare il talento altrui: valorizzare, anche attraverso il mezzo radiofonico, giovani artisti e giovani band è un obiettivo che con Baraonda continuerò a proseguire investendo, come stiamo già facendo, sul successo indiscusso di Bianca Atzei e sulla nuova sfida professionale dei Dear Jack".