1 Febbraio 2016
10:44

‘I due Liocorni’ un classico per bambini che compie 40 anni

Sono 40 anni che i bambini di tutto il mondo, in diverse lingue, ma con la stessa gestualità canta ‘I due liocorni’, canzone scritta da Roberto Grotti e diventata un classico per l’infanzia.
Copertina de ’I due liocorni’ (Gallucci Editore)
Copertina de ’I due liocorni’ (Gallucci Editore)

Forse è difficile che esista qualcuno che abbia avuto figli, nipoti o figli di amici che non ha mai cantato ‘I due liocorni', uno dei brani più conosciuti da mamme e papà e dai bambini, ovviamente. Sulla fine che abbiano fatto i due liocorni della canzone il mistero va avanti da 40 anni esatti, gli stessi che compie questo che è diventato un vero e proprio classico delle canzoni per l'infanzia, scritto dall'ingegnere edile di Riccione, Roberto Grotti che in quel periodo si dilettava anche con la musica religiosa e che in un attimo si è ritrovato a dover fare i conti con oratori, ovviamente, asili e le case di mezzo Paese e non solo, dove le note della canzone risuonavano assieme a quel pezzo che recitava così:

‘Ci son due coccodrilli ed un orango tango, due piccoli serpenti, un'aquila reale, un gatto, un topo, e l'elefante, non manca più nessuno, solo non si vedono i due leocorni…'

La Storia della canzone

Prima dei ‘Due liocorni' Gotti aveva composto ‘Che siano una sola cosa', brano che risuonava nelle Chiese di tutta Italia, ma fu con quella filastrocca che divenne famoso in tutto il mondo: il brano, infatti, fu tradotto in tante lingue, dall'inglese al portoghese e lo spagnolo, e caratterizzato da una gestualità, che accompagna tutti gli animali, che non ha confini e unisce i bambini di tutto il mondo, per raccontare di questi animali che devono salire sull'Arca di Noè per sfuggire al Diluvio Universale e che nel tempo si è secolarizzato, perdendone l'accezione prettamente religiosa che aveva all'inizio.

Il ruolo di Marina Valmaggi e del gruppo Zafra

Da quel momento la canzone diventò motivo di serie tv, pubblicità e programmi per bambini e divenne un successo grazie al gruppo Zafra e al testo ritoccato dalla musicista e insegnante di latino – oggi in pensione – Marina Valmaggi che ne riscrisse alcuni passaggi rendendola come la conosciamo oggi. In un'intervista a Repubblica la donna spiegò:

Abbiamo speso anni ed energie ingentissime per veder riconosciuti i diritti sulla canzone utilizzata nel frattempo persino come sigla di trasmissioni tv. Mi sono stancata di battaglie legali, Internet ci ha messi definitivamente in crisi: si scarica e via. La canzone è sempre stata utilizzata abusivamente tranne che in rari casi. L' anno che abbiamo incassato di più abbiamo avuto 1500 euro.

Oggi illustrato da Silvia Ziche

Oggi la casa editrice Gallucci che pubblica libri per bambini ha pubblicato ‘I due liocorni' disegnati da una delle illustratrici più in gamba del Paese, ovvero Silvia Ziche.

I 40 anni di Serena Autieri, da “Un posto al sole” a “Sciantosa” più amata d’Italia
I 40 anni di Serena Autieri, da “Un posto al sole” a “Sciantosa” più amata d’Italia
Queen: 40 anni di 'Bohemian Rhapsody' tra mito e mistero
Queen: 40 anni di 'Bohemian Rhapsody' tra mito e mistero
Miguel Bosè compie 60 anni: dalle cover dei Pooh a una carriera da divo mondiale
Miguel Bosè compie 60 anni: dalle cover dei Pooh a una carriera da divo mondiale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni