23 Giugno 2020
13:59

I Black Eyed Peas sbancano con “Translation”: perché Fergie è uscita dal gruppo

I Black Eyed Peas hanno pubblicato il loro nuovo album “Translation”, il secondo dopo l’abbandono di Fergie, che era già assente nel loro album precedente “Masters of the Sun Vol. 1”. E nel presentare questo nuovo lavoro, in un’intervista a Billboard, la band è tornata proprio sulla scelta della cantante.
A cura di Redazione Music

I Black Eyed Peas hanno pubblicato il loro nuovo album "Translation", il secondo dopo l'abbandono di Fergie, che era già assente nel loro album precedente "Masters of the Sun Vol. 1". E nel presentare questo nuovo lavoro, in un'intervista a Billboard, la band è tornata proprio sulla scelta della cantante, che si era unita alla band qualche anno dopo la loro formazione. Ufficialmente i Black Eyed Peace nascono alla fine degli anni '90 come trio, esplodendo qualche anno dopo grazie alla loro decisione di esplorare mercati extra americani, come quello europeo e latin. L'arrivo di Fergie nel 2002 è coinciso con l'esplosione definitiva, culminata nel 2009 con “Boom Boom Pow”, “I Gotta Feeling”, "Where is the love", "My Humps", "Pump it", "I gotta feeling".

Perché Fergie non è più nei Black Eyed Peas

Will.i.am ha spiegato di essere in continuo contatto con la cantante: "Ci sentiamo una volta ogni tanto per salutarci, farci gli auguri di compleanno, di natale o Pasqua. Lei sa perfettamente dove siamo, siamo in studio. Le vogliamo bene e lei è focalizzata sull'essere madre". la cantante, infatti, ha dato alla luce Axl Jack Duhamel nell'agosto del 2013, e non partecipò neanche all'album che sarebbe uscito cinque anni dopo. "[Essere madre] è un lavoro duro ed è quello che vuole fare e noi siamo qui per lei – ha continuato Will.i.am – Sa come contattarci se una fuga da noi. È il modo in cui ha messo giù la cosa e noi rispettiamo questa scelta. le vogliamo bene e per lei non vogliamo nient'altro che cose belle". Il primo album a cui la cantante prese parte fu "Elephunk" del 2003, che conteneva quelle che sarebbero diventate alcune delle hit della band.

Il successo dei singoli Ritmo e Mamacita

I Black Eyed Peas sono partiti col botto per questo nuovo album, puntando sempre più su ritmi latini, come successo con il penultimo singolo "Mamacita" che li ha visti collaborare con Ozuna e J. Rey Soul. Un vero e proprio successo con numeri incredibili (oltre 65 milioni di stream e 100 milioni di visualizzazioni su YouTube), confermandoli anche nel nostro Paese. Ma l'inizio già faceva presagire cose buone visto il successo di "Ritmo", canzone che campionava "The Rhythm of the night", successo anni '90 di Corona e che li vedeva collaborare con il re del Reggaeton J Balvin totalizzando oltre 700 milioni di streams e 707 milioni di visualizzazioni YouTube fino ad oggi e facendo da colonna sonora del film "Bad Boys For Life". L'ultimo singolo è "No Manana" con uno degli esponenti di punta della latin trap dominicana El Alfa. ma tutto l'album è pieno di collaborazioni importanti come quelle con Shakira in "Girl Like Me", Tyga e Nicky Jam  in "Vida loca", Becky G in "Duro Hard" e French Montana "Mabuti".

Clementino: "Sogno di essere ricordato, voglio lasciare un segno dopo la mia morte"
Clementino: "Sogno di essere ricordato, voglio lasciare un segno dopo la mia morte"
Tutti contro Lory Del Santo, Marco Cucolo: "Io con il gruppo non ho problemi"
Tutti contro Lory Del Santo, Marco Cucolo: "Io con il gruppo non ho problemi"
Le Dixie Chicks cambiano nome perché considerato razzista: ora si chiamano The Chicks
Le Dixie Chicks cambiano nome perché considerato razzista: ora si chiamano The Chicks
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni