274 CONDIVISIONI
8 Luglio 2014
11:13

Gnut invita a prendersi “Quello che meriti”, nel nuovo video (ESCLUSIVA)

Caudio “Gnut” Domestico è uno dei migliori autori del sound folk napoletano. Arrivato al terzo album, uscito per la torinese INRI, Gnut esce con un nuovo singolo (in esclusiva per Fanpage e YouMedia) in cui esorta a prendersi ciò che si merita e farne un “way of life”.
274 CONDIVISIONI
Claudio-Gnut-Domestico
Claudio Gnut Domestico

ClaudioDomestico, meglio conosciuto come Gnut è un nome che dovreste segnarvi, se non l'avete già fatto in passato, quando uscì, ad esempio, con "Il rumore della luce" (2011), in cui si capiva già la poesia che caratterizzava il suono di questo ragazzo napoletano che fa del folk e del pop la base della sua musica, caratterizzata anche da un'attenzione particolare ai testi. Sulla scia di Nick Drake, Ben Harper e del suo padrino musicale Piers Faccini (la cui etichetta B"eating Drum" distribuirà il disco anche in Francia), Gnut è uscito qualche mese fa con "Prenditi quello che meriti", disco che segna il suo ingresso nell'etichetta indipendente torinese INRI, già casa di Bianco e Levante, tra gli altri. Un album scritto in viaggio e che fa del viaggio uno dei suoi leit motiv. Un viaggio materiale, tra studi di registrazioni, case di amici e città in cui sviluppare tutta la sua voglia di musica che lo scorso anno lo hanno portato anche a partecipare alla colonna sonora del film d'animazione di Alessandro Rak "L'arte della felicità", rivelazione al 70° Festival del Cinema di Venezia (e a curare il side-project di successo con Dario Sansone dei Foja e Tarall & Wine) e che gli ha portato anche tante collaborazioni importanti. In questo terzo lavoro si possono ascoltare anche le voci e i suoni di artisti come Mattia Boschi e Giovanni Gulino dei Marta Sui Tubi, gli Ottavo Richter ai fiati, Andrea “Fish” Pesce, Roberto “Bob” Angelini e Daniele “Mr. Coffee” Rossi.

Oggi, in esclusiva per Fanpage e YouMedia esce il video del suo nuovo singolo "Quello che meriti", girato ancora una volta da Dario Calise, già autore del primo singolo "Non è tardi" e membro della crew (della crew "Memoria Collective". Una scelta non casuale: un brano positivo, perfetto per questa estate, in cui Domestico invita tutti ad adottare l'esortazione del titolo del brano come un "way of life": "Prendi le cose importanti mettile in tasca e vattene via. Prenditi quello che meriti e dona a chi merita la tua poesia" canta "forse capiremo che sarebbe stato meglio ridere, sarebbe stato meglio vivere e non rimandare tutto". Un brano, ma anche un album più positivo rispetto al precedente: "Dopo il mio ultimo disco molto scuro e notturno, sentivo fortissima l'esigenza di dare sfogo anche al mio lato solare e ironico".

“Questa canzone è nata dopo essermi innamorato perdutamente di Pet Sound dei Beach Boys e del talento compositivo di Brian Wilson” ha spiegato lo stesso Gnut che in questi giorni continua il suo tour che lo vedrà impegnato l'11 luglio a Ercolano (Quaranta5), il 25 al Farci Sentire Festival di Scisciano, il 30 a Villa Ada a Roma in apertura di Pierpaolo Capovilla, il 20 agosto al Carroponte a Milano e il 4 settembre all'Home Festival di Treviso.

274 CONDIVISIONI
Guarda
Guarda "Voglio un monitor", nuovo video di Tommaso Di Giulio" (ESCLUSIVA)
Guarda
Guarda "Baby's Got", il nuovo video social dei Fiberglass (ESCLUSIVA)
Vick Frida: ascolta il nuovo album
Vick Frida: ascolta il nuovo album "Thisastro" (STREAMING ESCLUSIVO)
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni